Connettiti con noi

Latina Notizie

Turiste in vacanza si baciano in strada e vengono aggredite da un passante: ”Colpevoli di amarsi”

Pubblicato

il

Aggredite in strada per un bacio: omofobia a Sperlonga

Sperlonga. Una donna di 34 anni si trovava in vacanza a Sperlonga e stava passeggiando beatamente tre le sue vie, in pieno centro la con la compagna. All’improvviso, però, l’idillio si è spezzato: l’hanno aggredita prima verbalmente e poi fisicamente a causa del suo orientamento sessuale, un tema ancora sensibile nel nostro Paese che solo di recente ha iniziato a risvegliare la propria coscienza sull’argomento. 

Omofobia a Sperlonga 

Dunque, il motivo dello scatto d’ira risiederebbe in una ”irritazione” per le tenerezze che i due stavano scambiandosi: la donna è stata aggredita prima a parole, poi con i fatti ed è finita in ospedale per ciò. Le “tenerezze” sono risultate indigeste al protagonista in negativo della vicenda. La donna, agli occhi retrogradi dell’aggressore, sarebbe stata ”colpevole” non solo di camminare mano nella mano, ma anche di essersi baciata in pubblico.

Leggi anche: Sperlonga, 14 persone trascinate a largo dalla corrente: i cani ‘bagnini’ salvano tutti

Aggressione in pubblico

Una reazione improvvisa e sconsiderata, dunque, di una passante che forse ha problemi con la propria sessualità, se davvero i gesti gli sono risultati così indigesti da addirittura arrivare ad aggredire una delle due ragazze. O meglio, per tale atteggiamento c’è una sola parola: omofobia. Un ingiustificato disagio personale palesato in malo modo anche a voce, prima che si arrivasse ad altro. 

Questo è quanto emerge dalla ricostruzione messa nero su bianco dalla stessa 34enne, una napoletana trasferitasi a Roma che ha denunciato il presunto caso di omofobia attraverso un esposto presentato ai carabinieri, insieme al referto del pronto soccorso dell’ospedale di Fondi con una prognosi di sette giorni. 

Le dichiarazioni della vittima e la denuncia

Sempre stando alle sue dichiarazioni, la ragazza sarebbe stata schiaffeggiata e spintonata fino a rovinare a terra. Addirittura, poco prima, sarebbe stata anche colpita a una gamba dal passeggino condotto dallo sconosciuto aggressore, il quale a quanto pare si trovava anche in compagnia di altre persone. Molto probabile che la scena si stata vista anche dal bambino che portava con sé, oltre che dalle altre persone circostanti. 

L’aggressione è andata in scena lunedì scorso, durante la sera di Ferragosto, mentre la coppia passeggiava a non molta distanza in linea d’aria dal Municipio del borgo rivierasco. La 34enne era insieme alla compagna, una ragazza italocubana residente anche lei nella Capitale. Si erano incontrate per un breve periodo di relax, ma le cose non sono di certo andate come si aspettavano, essendosi ritrovate a fare i conti con intolleranza, chiusura mentale, ignoranza e brutalità. 

Una delicata vicenda su cui indagano i carabinieri della Compagnia di Terracina e i colleghi della Stazione sperlongana, che per ricostruire nel dettaglio i contorni dell’accaduto e trovare conferme ai contenuti dell’esposto stanno passando al vaglio diverse testimonianze.

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy