Connettiti con noi

News

Uova Kinder ritirate anche in Italia per salmonella: ecco quali

Pubblicato

il

Uova Kinder Ferrero ritirate dal mercato italiano per salmonella, cos'è e come si cura

Dopo il primo ritiro in Irlanda e in Inghilterra e il richiamo alimentare arrivato anche in Italia, con gli ovetti Schoko Bons della Ferrero finiti nel mirino, ora anche altre uova Kinder ‘devono fare i conti’ con il rischio salmonella. E, quindi, inevitabilmente con il ritiro dal mercato italiano. Proprio ora che si avvicina la Pasqua e gli scaffali di tutti i supermercati sono stracolmi di cioccolato, che fa gola a grandi e piccini. Ferrero, d’altra parte, ha deciso di sospendere l’attività produttiva in Belgio, ad Arlon, e di estendere il richiamo di alcuni prodotti realizzati in quello stabilimento, ora ‘sbarcati’ anche nel nostro Paese. Nessun pericolo, invece, (e per fortuna) per le uova di Pasqua Kinder Gran Sorpresa, che sono state preparate e impacchettate ad Alba, in provincia di Cuneo.

I lotti interessati

Il Ministero della Salute, sul sito ufficiale, ha reso noti i due richiami alimentari. Il primo riguarda i prodotti Kinder Sorpresa T6 “Pulcini“, ritirati dal mercato per rischio salmonella. La confezione è quella da 120 g, con data di scadenza fino al 21 agosto del 2022. I lotti interessati sono tutti quelli fino a L098L. “Se avete acquistato questo prodotto non consumatelo. Contattate il Servizio Consumatori Ferrero 800 90 96 90” – fanno sapere dal Ministero. 

Stessa cosa, sempre per rischio salmonella, vale per i Kinder Sorpresa Maxi “Puffi” e “Miraculous, quelli da 100 g. Anche in questo caso, la data di scadenza va fino al 21 agosto del 2022, mentre i lotti interessati sono quelli fino a L098L. Ricordiamo che sono interessati dal richiamo solo i prodotti realizzati ad Arlon, in Belgio. 

Le dichiarazioni di Ferrero

“Ferrero riconosce che ci siano state inefficienze interne che hanno creato ritardi nei richiami e nella condivisione delle informazioni. Questo ha impattato sulla rapidità e efficacia delle indagini. Lo stabilimento riaprirà una volta che verrà certificato dalle autorità. Solo i prodotti Kinder realizzati ad Arlon, in Belgio, sono interessati da questo richiamo. Sono in corso le attività di assistenza ai consumatori relative a questo richiamo. Attualmente in Italia non vi è nessun collegamento tra il consumo di prodotti Kinder e casi di salmonella accertati” – si legge in una nota dell’azienda, che continua a garantire il massimo livello di sicurezza alimentare. 

“Ferrero è profondamente rammaricata per quanto accaduto e intende scusarsi sinceramente con tutti i propri consumatori e partner commerciali e ringraziare le autorità per la sicurezza alimentare per le preziose raccomandazioni ricevute” – conclude.

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy