Connettiti con noi

Circeo, Sabaudia, Gaeta, Fondi, Formia e Terracina

Baby gang prima aggredisce una donna, poi picchia l’uomo intervenuto per difenderla

Pubblicato

il

Baby gang prima aggredisce una donna e poi si scaglia contro l'uomo intervenuta per difenderla

Gaeta. L’avevano puntata cercando di aggredirla e poi, non paghi, hanno riversato tutta la loro furibonda ira sull’uomo che era intervenuto in difesa della malcapitata, il quale ha riportato delle lesioni giudicate guaribili in una ventina di giorni. Responsabili della violenta aggressione avvenuta di fronte un conosciuto ristorante della Marina della città, una baby gang formata da quattro ragazzi: tre minorenni e un maggiorenne, tutti residenti nella provincia di Caserta. 

Violenta aggressione a Centocelle, ragazza presa a morsi e a bottigliate: “Voleva il mio cellulare”

L’aggressione della baby gang e le indagini degli agenti 

 

I quattro si sono resi responsabili di aver dapprima tentato di aggredire una donna per poi scagliarsi con calci e pugni contro l’uomo intervenuto in sua difesa, causandogli lesioni personali giudicate guaribili in venti giorni: il tutto è avvenuto di fronte un noto ristorante della marina di Gaeta. Le successive indagini svolte dal Commissariato di Polizia di Stato consentivano l’identificazione e la denuncia in stato di libertà alle competente Autorità Giudiziaria dei quattro aggressori, nonché di proporre al Questore di Latina — dopo un’attenta analisi degli atti di indagini —  l’applicazione della misura di prevenzione ‘Daspo’ nei confronti degli autori. 

I responsabili e il Daspo 

Destinatari dei DASPO Urbano sono quattro giovanissimi, di età compresa tra i 16 ed i 18 anni, italiani e residenti in provincia di Caserta. Scatta per loro il divieto, per il periodo loro imposto, di frequentare locali pubblici o aperti al pubblico destinati alla somministrazione di alimenti e/o bevande quali pub, taverne, bar e ristoranti nonché locali di pubblico intrattenimento quali discoteche, locali notturni, locali da ballo, ed affini ricadenti nell’area della marina del Comune di Gaeta. In caso di violazione i destinatari rischiano la reclusione da 6 mesi a 2 anni e la multa da 8.000 a 20.000 euro.

«Frocio di m****»: pestato da 4 persone in un bar perché gay

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy