Connettiti con noi

Ultime Notizie

Aumento sul latte, la mozzarella di bufala è a rischio? L’allarme delle associazioni

Pubblicato

il

Per via degli aumenti sul latte, la produzione della mozzarella di bufala è in crisi, l'allarme della associazioni.

L’inflazione e il caro prezzi fanno sentire i loro effetti anche su alcuni prodotto alimentari che gli italiani sono soliti portare sulle loro tavole. Ne è un eloquente esempio la mozzarella di bufala campana Dop che proprio per via dei rincari è in forte crisi. Secondo i dati di settembre ed ottobre, la diminuzione dei consumi è stata, mediamente dell’8%, mentre il latte ha subito aumenti anche superiori del 10%. Un campanello d’allarme arriva dal presidente del Consorzio di Tutela Domenico Raimondo che auspica un tempestivo intervento dell’Esecutivo per far fronte alla situazione. 

Rincari energia, scuola chiusa il sabato per risparmiare sui consumi: ecco la proposta

Gli aumenti sul latte e le conseguenze per la produzione della mozzarella 

Ad aumentare il costo della materia prima. Infatti il latte di bufala costa dai 15 ai 20 centesimi in più, arrivando a sfiorare il tetto dei due euro al litro. L’Istat aveva messo in conto gli aumenti di formaggi e latticini di quasi il 15%, con un +19,8% per la mozzarella di latte vaccino che arriva poi fino al +21,2% per lo stracchino. Il problema riguarda anche il bestiame in quanto gli aumenti generalizzati portano, inevitabilmente, a risparmiare sulla qualità del cibo che viene dato loro e questo ha conseguenze, ovviamente,  anche sulla produzione finale. Le festività natalizie potrebbero fornire un po’ d’aria al settore ma certamente questa non è la soluzione definitiva. Alla luce di ciò un intervento del governo per far fronte a tali difficoltà appare doveroso. 

Le parole del Presidente del Consorzio di Tutela 

A lanciare un campanello di allarme anche il Presidente del Consorzio di Tutela Domenico Raimondo che all’Adnkronos spiega: ‘È un campanello d’allarme importante, la conferma di un anno difficilissimo. Dopo una prima parte di anno in crescita con una media del +5%, da settembre in poi le aziende sono in affanno e bisogna intervenire subito’. Rispetto invece alle festività natalizia come ‘cura’ alla difficoltosa situazione, l’opinione del presidente Raimondo è chiara:  ‘Si tratta di un palliativo che dura solo 4-5 giorni, Natale ahinoi non è la salvezza. Le bufale fanno il latte tutti i giorni’. 

Allarme rincari, prezzi di caffè e pizze alle stelle: ecco di quanto sono aumentati

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com