Connettiti con noi

Life style

HomeToGo, come diventare nomade digitale e guadagnare 10.000 euro: l’offerta di lavoro da non perdere

Pubblicato

il

hometogo

Poter viaggiare mentre si lavora comodamente in remoto. Lo smart working ha rivoluzionato di certo il modo di concepire il lavoro e sempre più giovani lavoratori e lavoratrici – ma non solo – sognano di poter intraprendere una carriera che consenta loro di poter diventare un nomade digitale.

HomeToGo, come diventare nomade digitale e guadagnare 1o.000 euro

Termine ormai famoso, con nomadi digitali si fa riferimento ai lavoratori da remoto, i quali non svolgendo attività dirette con il pubblico ma tramite uno schermo, possono decidere di lavorare in qualsiasi punto del mondo, che sia in una città in riva al mare o in un paesino di montagna, l’importante è che si abbia una connessione a internet per poter lavorare. Negli ultimi anni poi sono nate le workation, parola che nasce dall’unione di work e vacation, riferendosi alla possibilità di lavorare da remoto in una piacevole camera con vista dall’altra parte del mondo. 

È anche vero però che non sempre le camere sono adeguate a questo stile di vita e per questo la piattaforma HomeToGo è alla ricerca di un nomade digitale da assumere che possa fornire approfondimenti su cosa significhi lavorare da remoto, i bisogni, rimanendo in luoghi che possano offrire privacy e spazi. Un lavoro di tre mesi dal valore di 10.000 euro. Un’opportunità lavorativa che non deve assolutamente essere sprecata, per tale motivo sarà utile capire cosa prevede il lavoro e come presentare la domanda, non manca molto alla scadenza. Ecco tutto quello che c’è sapere.

Per poter lavorare da remoto non serve solo una connessione Wi-fi, ma serve anche avere privacy, spazio e le configurazioni funzionali dell’ufficio. Per questo motivo le case vacanze sono il tipo di alloggio ideale per i workations. HomeToGo è quindi alla ricerca di un nomade digitale che possa lavorare da remoto e valutare come gli alloggi vacanza siano in grado di accogliere lavoratori in smart working. Per far questo, la persona selezionata dall’azienda riceverà fino a 3 mesi di soggiorni gratuiti – del valore di 10.000 euro – scegliendo quando, con chi e dove viaggiare, con un’unica responsabilità: “sperimentare il massimo del lavoro con HomeToGo”.

HomeToGo in Spagna e Portogallo

Inoltre, per scegliere le destinazioni il/la nomade digitale potrà lasciarsi ispirare dalla classifica 2023 HomeToGo Workation Index, che vede il Portogallo e la Spagna prime in classifica come migliori luoghi per poter lavorare in vacanza. Secondo i termini e le condizioni, il vincitore dovrà prenotare almeno tre diversi alloggi in luoghi diversi utilizzando il premio in denaro nel corso di 60-90 giorni. Come ha spiegato lo stesso amministratore delegato e co-fondatore di HomeToGo, il dottor Patrick Andrae, la visione di HomeToGo: “E’ quella di rendere le case incredibili facilmente accessibili a tutti, e sapendo che questa tendenza è qui per rimanere, questo include i nostri ospiti che desiderano soddisfare la loro passione per i viaggi pur raggiungendo i loro obiettivi di carriera”,

Oroscopo 2023, quali sono i viaggi da fare nel nuovo anno? Le previsioni segno per segno e le mete da visitare

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com