Connettiti con noi

Life style

Superbonus 110%: cosa cambia con i nuovi massimali

Pubblicato

il

superbonus 110% introdotti i nuovi massimali

Superbonus 110%, a partire dallo scorso 15 aprile sono entrati in vigore i nuovi massimali di costo relativi agli interventi agevolabili. In ottemperanza al Decreto Prezzi, il provvedimento prevede un aumento pari almeno al 20% , come risposta all’inflazione e al rincaro delle materie prime. 

Leggi anche: Super Bonus 110%: da ora valido anche per le auto d’epoca

Superbonus 110%: i nuovi massimali di costo 

Chi usufruisce dell’agevolazione dovrà attenersi ai valori massimi stabiliti dal decreto prezzi secondo una delle seguenti modalità: sconto in fattura, cessione del credito oppure detrazione Irpef. Dunque, cosa è cambiato con l’introduzione dei nuovi massimali? Di seguito,  i nuovi massimali in vigore dal 15 aprile 2022:

  • riqualificazione energetica (in base alla zona climatica dove sorge l’edificio si va da 960 a 1.200 euro al metro quadro);
  • strutture opache orizzontali (per l’isolamento delle coperture sono 276 euro al metro quadro per l’esterno, 120 per l’interno, 300 per la copertura ventilata, 144 euro al metro quadro invece per l’isolamento dei pavimenti per l’esterno, 180 per l’interno);
  • strutture opache verticali (in base alla zona climatica per l’isolamento delle pareti perimetrali si va dai 180 ai 195 euro al metro quadro per l’esterno, da 96 a 104 per l’interno e da 240 a 260 euro per la parete ventilata) ;
  • sostituzione di chiusure trasparenti (infissi compresi) si va da 660 a 780 euro al metro quadro;
  • installazione di sistemi di schermatura solari e-o ombreggiamenti mobili comprensivi di eventuali meccanismi di automatici di regolazione (276 euro al metro quadro);
  • impianti a collettori solari;
  • impianti di riscaldamento con caldaie ad acqua a condensazione e-o generatori di aria calda a condensazione, se l’intervento comporta il rifacimento del sistema di emissione esistente;
  • impianti con micro-cogeneratori;
  • impianti con pompe di calore se l’intervento richiede il rifacimento del sistema di emissione esistente;
  • impianti con sistemi ibridi se l’intervento richiede il rifacimento del sistema di emissione esistente 
  • istallazione di tecnologie di building automation (60 euro a metro quadro);
  • impianti di produzione di acqua calda con scaldacqua a pompa di calore, si va da 1.200 euro per 150 litri di accumulo e 1.500 euro oltre i 150 litri di accumulo;
  • impianti con generatore di calore alimentati a biomasse combustibili, solo nei casi in cui l’intervento comporti il rifacimento del sistema di emissione esistente, a seconda della dimensione di va da 420 a 540 euro a kwt. 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy