Home Anzio Fabio Tosoni, una vita spezzata da un ubriaco al volante: il suo...

Fabio Tosoni, una vita spezzata da un ubriaco al volante: il suo ultimo gesto d’amore

FABIO TOSONI: DISPOSTA LA DONAZIONE DEGLI ORGANI

fabio tosoni

Si chiamava Fabio Tosoni il runner professionista che nel tardo pomeriggio del 2 gennaio scorso era stato investito mentre faceva jogging sulla via Ardeatina, ad Anzio. Le sue condizioni erano apparse fin da subito critiche. L’uomo, infatti, era stato trasportato d’urgenza al San Camillo di Roma: qui i medici le hanno tentate tutte, compreso un delicato intervento alla testa a seguito del trauma cranico riportato. Ma due giorni fa, purtroppo, la situazione è rapidamente peggiorata. Fabio Tosoni, alla fine, si è arreso.

Fabio Tosoni, l’ultimo gesto d’amore: donati gli organi

E’ stata definita da tutti come un grande gesto d’amore la scelta dei familiari di Fabio Tosoni di procedere con la donazione degli organi. Un gesto altruistico per gli altri, un gesto forte a margine di una vicenda assurda che ha portato alla morte del 45enne dopo quasi due settimane d’agonia.

Ucciso da un ubriaco al volante

Il runner era stato investito da un’auto guidata da un trentenne di Pomezia, risultato poi positivo all’alcol test con concentrazioni nel sangue di oltre 5 volte rispetto ai limiti consentiti. Non era la prima volta che guidava in stato di alterazione psicofisica, sotto l’effetto di alcol o droga. Infatti, in precedenza, gli era già stata ritirata la patente di guida. Il giovane, dopo essere stato medicato all’ospedale di Anzio, è stato identificato e, visti i suoi precedenti, era stato denunciato per lesioni gravissime. Ora potrebbe essere accusato di omicidio stradale.