Home Ardea Ardea, imposte ed evasione, Savarese: «Buco da 22 milioni solo sull’IMU»

Ardea, imposte ed evasione, Savarese: «Buco da 22 milioni solo sull’IMU»

Il caso buche ad Ardea – e le relative iniziative dei cittadini per tapparle in “proprio” – ha fatto tornare sotto la luce dei riflettori il tema dell’evasione sotto la Rocca. A creare polemica era stata, come ricorderete, una frase pronunciata dal Sindaco pentastellato Mario Savarese nei giorni scorsi: «Pagate le tasse, così il Comune vi lastrica le strade di alabastro». Come a dire: il problema è che in troppi non pagano il dovuto e con quei soldi anche la manutenzione delle strade ne beneficerebbe. Ma in tanti hanno storto il naso, sia tra i cittadini che tra le fila dell’opposizione (leggi qui e qui). 

Ardea, il Sindaco fornisce il quadro dell’Imu

Ieri sera il Sindaco ha voluto dedicare un lungo post al tema, focalizzandosi sopratutto sul pagamento dell’IMU, l’imposta municipale unica sulla casa (che non si paga per la “prima abitazione”). 

«È l’IMU l’entrata fondamentale per il comune attraverso le quali si finanziano le spese. Ecco la situazione», esordisce il primo cittadino. 

«Questa tassa è dovuta da tutti i cittadini proprietari di immobili. Mi soffermerò esclusivamente, per semplicità, sugli immobili adibiti ad abitazione privata. Sono 49.281 le abitazioni regolarmente accatastate ad Ardea; il loro valore fiscale complessivo ammonta a oltre cinque miliardi di Euro. L’IMU non è dovuta per l’abitazione principale dove comunemente vive e soggiorna un nucleo familiare, seppur composto da un solo componente; sono poco più di 24.000 le famiglie di Ardea».

IMU Ardea: «buco» da oltre 20 milioni?

«Supponendo che ciascuna di queste occupi un immobile – continua il Sindaco – restano oltre 25.000 abitazioni da cui l’ente dovrebbe incassare la tassa. Mediamente il valore tassabile di una casa ad Ardea è di circa 110.000 Euro, il che ci porta a calcolare un incasso teorico per l’ente di oltre 27 milioni di Euro ai quali aggiungere la quota che lo stato dovrebbe riconoscere all’ente quale ristoro per l’abolizione della tassa sull’abitazione principale: questa cifra dovrebbe essere di poco superiore ai 10 milioni di Euro. Per la sola IMU Ardea dovrebbe incassare, dunque, circa 37 milioni».

Ed ecco il punto. «Quanto realmente incassa il comune di Ardea? Poco più di 15 milioni di Euro! Mancano all’appello 22 milioni che, se incamerati, farebbero di Ardea la città più ricca del litorale. È un delitto denunciare questa situazione? Per taluni si. Per quanto mi riguarda dovrebbero essere proprio costoro i primi a vergognarsi».

Le contromisure

Cosa si può fare. «Sarà cura di quest’amministrazione rendere edotta la cittadinanza sulle azioni messe in atto per contrastare questo intollerabile fenomeno. Un nuovo dirigente, nuovo personale e un software integrato in grado di far emergere situazioni illecite ci mettono oggi in grado di iniziare un’azione di recupero che porterà finalmente giustizia. Ringrazio ora tutti quei cittadini onesti che, nonostante le innegabili difficoltà, non si sottraggono al loro dovere civico; sono la speranza e la vera forza di questa città».

APPROFONDIMENTO SUL NUMERO CARTACEO DI FEBBRAIO