Connettiti con noi

Ardea

Ardea, presunto danno erariale da oltre sei milioni di euro: a giudizio politici e dirigenti

Pubblicato

il

Ci sono sviluppi nell’indagine portata avanti dalla Corte dei Conti su un presunto danno erariale per una cifra che supera i 6 milioni e mezzo di euro. Al centro della vicenda c’è il complesso immobiliare delle Salzare (il c.d. Serpentone) ad Ardea interessato negli anni scorsi da alcune demolizioni avvenute all’interno del complesso immobiliare dell’area.

Ebbene la Corte dei Conti ha ora citato a giudizio 9 persone tra cui ex Sindaci, ex dirigenti e funzionari del Comune di Ardea. Le indagini svolte dall’organo di rilievo costituzionale si fondano da un lato sull’ipotesi dell’insussistenza del requisito di somma urgenza per la demolizione di tre palazzine (A, B e C, ndr) e dall’altro sulla mancata trascrizione al patrimonio comunale del “Serpentone”, a cui avrebbe fatto seguito la mancata riscossione delle indennità d’occupazione abusiva degli appartamenti. 

Sul secondo punto ricade la maggiore incidenza del presunto danno erariale con il quale sono stati accusati gli ex Sindaci di Ardea Di Fiori ed Eufemi, gli ex dirigenti dell’ufficio tecnico Antonio Rocca, Luca Scarpolini, Bonaventura Pianese e Paolo Terribili; ma anche Mauro Rossi, l’ex dirigente Massimo Lulli e l’attuale dirigente Cosimo Mazzone

Appuntamento in aula per il prossimo aprile. 

 


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it