Connettiti con noi

Cronaca

Ita Airways, aumenti del 5% sugli stipendi: domani l’incontro tra compagnia e sindacati

Pubblicato

il

Ita Airways

Un aumento del 5% sullo stipendio, ma anche il ritorno dell’assicurazione sanitaria e una serie di altre migliorie a livello di welfare aziendale. E’ questo quanto la dirigenza di Ita Airways sarebbe pronta ad offrire a piloti e assistenti di volo per cercare di distendere il clima di tensione che si è creato da quando l’azienda ha preso il posto di Alitalia. Il passaggio tra le due compagnie – lo ricordiamo – non è stato di certo indolore per i lavoratori, che hanno dovuto accettare un contratto con stipendi decurtati di circa il 40% rispetto al passato: si tratta di contratti tra i più bassi della categoria, con importi inferiori a quelli delle compagnie low cost, con l’unico vantaggio di avere orari di lavoro meno penalizzanti.

Per questo i sindacati, appoggiati da quasi tutta la totalità dei lavoratori, hanno manifestato la loro contrarietà alle scelte del presidente Alfredo Altavilla con continue proteste e manifestazioni, che alla fine hanno portato proprio Altavilla a fare un passo indietro e a tendere una mano verso le richieste inoltrate dai sindacati, i quali da tempo chiedevano la riapertura delle trattative.

Leggi anche: Andrea Gioia, chi è il comandante dell’Alitalia nel video diventato virale

La convocazione al tavolo delle trattative

Nei giorni scorsi Altavilla ha inviato una lettera di convocazione per un incontro che si terrà domani alle 15 nella sede di Ita a cui parteciperanno tutte le sigle sindacali (Fit-Cisl, Filt Cgil, Uiltrasporti, Ugl, Usb, Fast Confsal, Anpac, Anpav, Anp e Navaid) in cui si discuterà proprio del proposto aumento del 5% e dei benefit.

L’intenzione è quella di evitare che, terminato il periodo di prova, molti dei piloti e degli assistenti di volo possano decidere di “migrare” verso altre compagnie aree dove il trattamento economico è sicuramente migliore rispetto a quello offerto dalla compagnia di bandiera italiana che, nonostante i sostanziosi aiuti statali ricevuti, si è collocata al di fuori del contratto nazionale di categoria. Se la trattativa dovesse andare a buon fine, Ita potrebbe guardare con più serenità al futuro e alla prossima stagione estiva, anche grazie all’ampliamento della flotta che la darebbe la possibilità di recuperare terreno nei confronti dei competitor che in questi mesi si sono presi una fetta del mercato precedentemente di appannaggio Alitalia. 

Leggi anche: ITA Airways: il primo volo a New York e la rabbia degli ex dipendenti Alitalia

 
 

Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it