Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Roma-Feyenoord, stasera la finale di Conference League: strade chiuse, bus deviati, maxi schermi allo Stadio Olimpico

Pubblicato

il

Stadio Olimpico Roma-Feyenoord Conference League

Tutto quasi pronto: questa sera a Tirana (Albania) si giocherà la partita, la finale,  tra Roma e Feyenoord, valida per la Uefa Europa Conference League. Una partita sicuramente decisiva e attesissima dai tifosi. Questi ultimi infatti hanno la possibilità di assistere alla partita attraverso i maxi-schermi nello stadio Olimpico. Sono attese oltre 40mila persone. Proprio per questo è stato attivato il piano sicurezza e viabilità per salvaguardare la tranquillità dei cittadini.

Tuttavia, oltre le misure di vigilanza a protezione dei monumenti in Centro, ci saranno grosse modifiche anche per il trasporto pubblico. Su disposizione della Questura infatti, questa sera, dalle 22:00 alle 3:00 saranno sospese le corse di bus e tram di Atac e Roma Tpl, su tutto il territorio comunale. Un’iniziativa che non è passata sicuramente inosservata.

Come cambia la viabilità a Roma per la partita di stasera

Tutte le tratte saranno quindi sospese. Le corse riprenderanno alle 3:00 con le linee notturne. La sospensione potrebbe comunque avere delle variazioni che, tempestivamente, saranno comunicate dalle Autorità. Tuttavia, per le metropolitane e le ferrovie non ci sarà alcuna modifica. Anche per quanto riguarda il disagio concentrato nella linea Castro Pretorio-Laurentina, metro B, mercoledì 25 Maggio, i lavori saranno sospesi e quindi la linea sarà attiva per l’intera giornata. 

Le polemiche

CeSMoT, il centro studi sulla mobilità e i trasporti, sostiene che la decisione presa dalla questura sia “sconsiderata e da irresponsabili”. Questo perché “nega il diritto alla mobilità dei romani”. L’associazione spiega che in altre capitali europee, in occasione di tali eventi, vengono prese decisioni completamente differenti. Il trasporto pubblico infatti invece che essere sospeso “viene potenziato”. “Questo danneggerà non solo chi deciderà di vedere la partita nei locali o sui maxi schermi ma, soprattutto, i lavoratori turnisti che saranno costretti ad utilizzare mezzi alternativi per tornare a casa”.

Inoltre, la paura più grande è quella di trovarsi di fronte ad atti di vandalismo dati dal risultato della partita. L’Associazione comprende le motivazioni di sicurezza ma “sarebbe stato più opportuno far riprendere  le corse a fine partita”.

“Già i cittadini romani sono quotidianamente vessati da un TPL totalmente inefficiente offerto dall’azienda ATAC che negli anni si è dimostrata totalmente inadeguata al suo ruolo, aggiungere al danno anche la beffa ci sembra fortemente irrispettoso”. 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy