Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Roma, mamma e figlia morte in casa: parla l’amica di Luana: ‘Non era più lei da quando ha conosciuto lo sciamano’

Pubblicato

il

Roma, mamma e figlia morte in casa: ecco cosa ha detto in merito alla vicenda un'amica e collega di Luana.

Roma. Resta avvolto nel mistero il ritrovamento, effettuato lo scorso 19 gennaio, dei cadaveri di due donne –madre e figlia- trovate senza vita dagli inquirenti nella loro abitazione di Primavalle. Si tratta di Elena Bruselles e Luana Costantini. Una volta dentro, agli inquirenti non è passata inosservata la presenza anche di resti di riti esoterici; elemento quest’ultimo che, senza dubbio, influisce sul proseguo delle indagini. Ora, a parlare è uno delle amiche di Luana, un’infermiera e collega della donna. 

Roma, mamma e figlia morte in casa: si fa strada la pista della setta, rintracciato lo ‘Sciamano’

Mamma e figlia morte in casa, il racconto dell’amica 

Come riportato da Repubblica, le due si erano conosciute poco prima della sua relazione con lo sciamano Paolo R. ‘Luana era una persona che si sentiva sola. Ma non era depressa o aggressiva. Non ce la vedo a tirare coltelli. Ci teneva molto al suo look. Si truccava tutti i giorni, aveva i capelli sempre colorati di nero. Invece adesso che vedo le sue ultime foto quasi non la riconosco. Tutti capelli bianchi, senza un filo di trucco, piena di occhiaie. Non sembra nemmeno lei’. Queste le parole dell’amica. 

Secondo la donna, le cose iniziare a cambiare proprio a seguito della relazione che Luana intraprese con lo sciamano, conosciuto verso la fine del 2019. ‘Un giorno mi disse guarda ho conosciuto un ragazzo. A me lui sembrava strano ma lei era una persona che si sentiva sola e non le ho detto niente. Luana era molto innamorata ed ha poco a poco ha iniziato a cambiare: faceva discorsi strani, parlava in continuazione di mondi nuovi e altre cose esoteriche. Io la guardavo e le dicevo: A Luà, ma che stai a dì?’

Con il passare del tempo però Luana e l’amica di persero di vista. Arriva la pandemia di Covid e Luana, essendo no vax, resta senza lavoro. Circa un anno e mezzo fa l’ultimo contatto avvenuto tra le due donne. La collega, dal canto suo riferisce di essere rimasta sempre al suo posto, ‘io mi sono sempre fatta i fatti miei. Ero molto più giovane di lei e non poteva giudicarla’. Una vicenda i cui contorni restano ancora poco chiari e tanti gli interrogativi e i nodi da sciogliere. 

Mamma e figlia morte in casa, Shekhinà Shekhinà: chi è lo sciamano della setta di Monte Mario

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com