Connettiti con noi

Cronaca

Covid, in Italia via libera al vaccino Pfizer per i bimbi sotto i 5 anni: ‘È raccomandato’

Pubblicato

il

vaccino pfizer

Sì al vaccino Pfizer anche per i bimbi sotto i 5 anni: lo prevede una nuova circolare del ministero della Salute. Per la fascia d’età 6 mesi-4 anni, il siero viene raccomandato per i piccoli “che presentino condizioni di fragilità, tali da esporli allo sviluppo di forme più severe di infezione da Sars-Cov-2”, e nello specifico viene elencata una serie di patologie o condizioni che determinano questa fragilità.

Il vaccino anti-Covid della Pfizer per i bambini under 5

Il documento firmato dal direttore generale della Prevenzione Giovanni Rezza aggiunge anche che, “tenuto conto dell’indicazione di utilizzo autorizzata” dalle agenzie del farmaco europea e italiana “Ema e Aifa, tale vaccino potrà essere reso disponibile anche per la vaccinazione dei bambini, nella fascia di età 6 mesi-4 anni (compresi), che non presentino tali condizioni, su richiesta del genitore o di chi ne ha la potestà genitoriale”.

A quasi tre anni dall’inizio della pandemia, e a due dalla scoperta del vaccino, arriva dall’Europa il via libera alla somministrazione del vaccino anti-Covid anche per i bambini più piccoli. Comirnaty e Spikevax erano già approvati sia negli adulti che nei bambini di età compresa rispettivamente tra 5 e 6 anni. I vaccini originariamente autorizzati, Pfizer e Moderna, sono entrambi efficaci nel prevenire malattie gravi, ospedalizzazione e morte associati al Covid e continuano ad essere utilizzati nelle campagne di vaccinazione UE, in particolare per le vaccinazioni primarie.

Sono le autorità nazionali degli Stati membri che poi decidono chi deve fare il vaccino, per chi è fortemente raccomandato e quando, tenendo conto di fattori quali i tassi di infezione e ospedalizzazione, il rischio per le popolazioni vulnerabili, la copertura vaccinale e la disponibilità stessa del vaccino.

I vaccini a partire dai 6 mesi

Ora, il comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’EMA ha raccomandato di estendere il vaccino Pfizer (Comirnaty) e Moderna (Spikevax) contro il ceppo originale Covid anche ai bambini under 5. In particolare, il vaccino Pfizer può ora essere dato anche ai bambini di età compresa tra 6 mesi e 4 anni e Moderna per quelli tra i 6 mesi e i 5 anni. Per i bambini di queste fasce d’età, entrambi i vaccini vengono somministrati come iniezioni nei muscoli della parte superiore del braccio o della coscia.

Rispetto alle dosi per le fasce di età già autorizzate, le dosi di entrambi i vaccini in queste nuove fasce di età più giovani saranno inferiori. Nei bambini dai 6 mesi ai 4 anni di età, Pfizer può essere somministrato come vaccinazione primaria composta da 3 dosi di 3 microgrammi ciascuna: le prime 2 dosi vengono somministrate a distanza di 3 settimane, seguite da una 3a dose somministrata almeno 8 settimane dopo la 2a. Nei bambini di età compresa tra 6 mesi e 5 anni, Moderna può essere somministrato come vaccinazione primaria composta da 2 dosi di 25 microgrammi ciascuna, a distanza d 4 settimane l’una dall’altra.

Minorenne ha un brutto incidente e resta sull’asfalto a urlare dal dolore: l’ambulanza arriva dopo più di un’ora

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com