Home News Cronaca Scuole nel Lazio, dal referente Covid alle aule per isolare ‘casi sospetti’:...

Scuole nel Lazio, dal referente Covid alle aule per isolare ‘casi sospetti’: tutto quello che c’è da sapere

La riapertura delle scuole è sempre più vicina e con essa le problematiche legate al rispetto delle norme anti-Covid non possono passare inosservate. 

Leggi anche: Il Premier Conte conferma l’apertura delle scuole: si ritorna il 14, ma alcune Regioni hanno deciso di posticipare

Oltre ai canonici protocolli di sicurezza che prevedono il costante lavaggio delle mani, l’utilizzo di soluzioni idroalcoliche, l’uso della mascherina ed il rispetto delle norme sul distanziamento; ogni scuola dovrà poi provvedere alla nomina di un referente Covid che avrà il compito di allertare i familiari ed il personale sanitario delle Asl qualora si manifestassero dei casi di Coronavirus a scuola. Inoltre ogni istituto dovrà dotarsi di un’aula dove isolare alunni e docenti che manifestino sintomi sospetti. La regione Lazio, ha poi attivato le equipe anti-covid: squadre di sanitari e medici per ognuna delle Asl territoriali il cui compito sarà quello di monitorare la situazione negli istituti scolastici. In quest’opera di prevenzione anche i genitori dovranno fare la loro parte. Secondo le regole stilate dalla regione Lazio per un rientro sui banchi in completa sicurezza, i genitori dovranno misurare ogni mattina la temperatura ai loro bambini e comunicare sempre le assenze dei figli per motivi sanitari, anche se non legate al Covid-19.

Leggi anche:Riapertura delle scuole nel Lazio, i genitori devono misurare la febbre ai figli ogni mattina: ecco tutte le info