Connettiti con noi

Cronaca

Strage di delfini spiaggiati in Francia: cosa sta succedendo

Pubblicato

il

delfino morto, foto presa da fb profilo Sea Shepherd France

Una mattanza quella scoperta dall’associazione no profit “Sea Shepherd France” nel corso di un servizio di pattugliamento lungo la costa francese della Bretagna. Si è trattato di macabri rinvenimenti al termine di sei giorni di perlustrazioni lungo 11 chilometri di costa che hanno portato al rinvenimento di carcasse di animali.

La lista degli animali morti

E l’associazione ha stilato una lista  di esemplari trovati morti che addolora. Un numero di animali che fa rabbrividire: dieci delfini, undici gabbiani, sessantasette sule, quattro cormorani, otto uccelli non ancora identificati, una rondine e una stella pulcino. Ritrovamenti in merito ai quali la “Sea Shepherd France” dichiara:  “Tutto ciò che muore in mare muore lontano dagli occhi e dalla coscienza: ecco un campione della carneficina invisibile che causa il nostro crescente appetito di pesce”.

Leggi anche:  Prima caccia illegalmente cinghiali poi nasconde le carcasse nel frigo: denunciato

La onlus francese documenta la carneficina

Tanta tristezza, ma anche preoccupazione per questa carneficina che la onlus ha documentato. “Oggi, la minaccia numero uno per l’oceano e – scrive l’organismo francese in un post sui social – in particolare per la sopravvivenza dei mammiferi marini è la pesca non selettiva (industriale eanale). La pesca ha anche sterminato il 70% degli uccelli marini negli ultimi 50 anni, affamati e catturati negli attrezzi da pesca. Ripensiamo urgentemente le nostre abitudini alimentari! Se l’oceano muore, moriamo noi”.

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy