Home News Cronaca Da Pomezia a Tor Bella Monaca per spacciare insieme ai ‘vagabondi’: con...

Da Pomezia a Tor Bella Monaca per spacciare insieme ai ‘vagabondi’: con sé ‘coca’ e soldi in contanti

TOR BELLA MONACA – “TOLLERANZA ZERO” CONTRO LO SPACCIO NEL QUARTIERE. ALTRI 5 ARRESTI DEI CARABINIERI. SEQUESTRATE DOSI DI COCAINA E EROINA

tor bella monaca

Roma, Tor Bella Monaca. Anche nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Roma Tor Bella Monaca hanno portato a termine dei mirati controlli nel quartiere, a seguito dei quali hanno arrestato 4 spacciatori ed un quinto uomo è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per reati inerenti gli stupefacenti.

Pomezia, intreccio mafia e criminalità: D’Alessandri porta due degli arrestati nell’operazione ‘Equilibri’ in tribunale

A finire in manette sono stati un pregiudicato romano di 43 anni, domiciliato a Pomezia, nullafacente e con precedenti, in atto sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G., notato con fare sospetto dai militari, in una nota piazza di spaccio di via dell’Archeologia, in possesso di 16 dosi di cocaina, per un peso di 8 grammi circa e 100 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita; un cittadino italiano di 33 anni, senza fissa dimora e nullafacente, con precedenti penali, notato sempre in una nota piazza di spaccio di via dell’Archeologia, mentre cedeva dello stupefacente ad un acquirente, rimasto ignoto perché datosi alla fuga.

A seguito della perquisizione personale è stato trovato in possesso di 3 dosi di cocaina e una di eroina nonché della somma contante di 225 euro, provento della pregressa attività illecita. In manette, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, sono finiti un 21enne, originario della provincia di Reggio Calabria, trovato in possesso di 33 dosi di eroina e 160 euro, provento dell’attività illecita, e un 30enne della Libia che nelle sue tasche nascondeva 24 dosi di cocaina e 70 euro, guadagno dello spaccio.

I Carabinieri hanno anche arrestato un romano di 30 anni, con precedenti, già sottoposto alla misura della detenzione domiciliare, per violazione delle leggi sugli stupefacenti, al quale hanno notificato un’ordinanza di aggravamento della misura in atto con quella della custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Roma, scaturita dalle reiterate violazioni commesse dall’uomo e segnalate dai militari all’Autorità Giudiziaria.