Home News Cronaca Emergenza Coronavirus, “tutto pieno” al Gemelli, il video dell’operatore del 118: i...

Emergenza Coronavirus, “tutto pieno” al Gemelli, il video dell’operatore del 118: i pazienti attendono nelle ambulanze

Emergenza Coronavirus nel Lazio, non si allenta la pressione sui presidi sanitari. In queste ore, a questo riguardo, sta facendo il giro dei social il video realizzato dall’operatore del 118 presso il pronto soccorso dell’Ospedale Gemelli a Roma dove nelle ultime 24 ore si è verificato un notevole afflusso di pazienti che ha generato un momentaneo blocco delle prese in carico delle persone all’interno della struttura. Il triage aveva infatti esaurito i posti dedicati ai casi sospetti e dunque i pazienti hanno dovuto attendere direttamente all’interno del mezzo di soccorso come si vede nel video.

Emergenza Covid-19: i numeri del Lazio e la situazione al Gemelli. Dal nosocomio: «Va rispettato protocollo di sicurezza»

I numeri raccolti parlano di un arrivo di 120 casi sospetti di Covid-19 di cui oltre 80 giunti in ambulanza al Gemelli tra ieri e oggi, a testimonianza di un’emergenza che lascia davvero poco respiro al sistema sanitario Regionale. Poco sotto i 2.000 i casi totali nel Lazio al 25 marzo ma una crescita costante ad un tasso stabile del 10-12% ormai da cinque giorni; per questo ogni giorno si cercano nuove postazioni disponibili e si riadattano intere aree degli ospedali per far fronte alle richieste. In tal senso, fa sapere proprio la Regione, saranno operativi presso il Gemelli ulteriori 43 posti letto di malattie infettive ed entro il 30 marzo altri 38 posti di terapia intensiva verranno predisposti presso il COVID HOSPITAL 2 Columbus. 

Per quanto riguarda invece il caso specifico dell’attesa dei pazienti nelle ambulanze, dal nosocomio fanno sapere che la situazione creatasi è dettata anche dal «protocollo di sicurezza per il Covid-19, dato che i pazienti devono rispettare i criteri di isolamento di almeno un metro. Se non ci sono questi requisiti, e se non si libera il posto in isolamento, il paziente deve giocoforza restare in ambulanza».