Connettiti con noi

Cronaca

Italia zona gialla: quali regioni rischiano di cambiare colore? Il piano del governo

Pubblicato

il

coronavirus nel Lazio 26 aprile

Come un film già visto ecco che torna a farsi strada nella penisola l’ipotesi delle zone gialle, una colorazione che nel corso di quest’ultimo anno e mezzo abbiamo imparato a conoscere bene. Molto dipenderà ovviamente dall’andamento della curva epidemiologia anche se, nel corso delle ultime tre settimane, il numero dei contagi è aumentato.

Leggi anche:Quali Regioni rischiano la zona gialla a novembre 2021: i dati aggiornati

Italia zona gialla, l’ipotesi delle micro zone rosse 

Per limitare quanto più possibile il numero dei nuovi contagi il governo sta mettendo appunto anche la possibilità di istituire delle micro zone rosse nel momento in cui si dovessero verificare dei focolai. In modo particolare, stando all’ultimo rapporto stilato dall‘Istituto superiore di Sanità, sono 17 i focolai registrati nella penisola e  60 le province in cui, negll’ultima settimana, si è verificato un’aumento dell’incidenza pari al 40%.  Le micro zone rosse potrebbero scattare nel momento in cui il numero dei nuovi contagiati dovesse minacciare la capacità di resilienza delle strutture sanitarie ma molto dipenderà ancora una volta dai numeri dei bollettini dei contagi che giornalmente monitorano l’andamento della curva epidemiologica. Infine, i criteri alla base verranno decisi eventuali cambi di colore rimangono sempre gli stessi: incidenza, numero di persone nei reparti medici e nelle terapie intensive.

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy