Connettiti con noi

News

Ladri in casa di Alba Parietti, lo sfogo: ‘Mi hanno rubato vestiti importantissimi, pezzi irripetibili’

Pubblicato

il

alba parietti vittima dei ladri denuncia l'accaduto su Facebook

Vittima più volte dei ladri che hanno fatto piazza pulita di diversi preziosi oggetti nella sua villa di Milano, la famosa showgirl Alba Parietti ha descritto la situazione da lei vissuta in questi mesi attraverso un lungo post sui social. In queste righe la donna si è sfogata, raccontando anche le sue emozioni rispetto all’accaduto.

Leggi anche: Fedez pubblica gli audio strazianti dallo psicologo: “Non voglio morire”

Alba Parietti vittima dei ladri: lo sfogo sui social

Oggetti dall’indubbio valore economico ma, dall’altrettanto prezioso valore affettivo: ‘Vestiti importantissimi, tipo Versace, (esempio quello del mio compleanno dello scorso anno) scarpe di Jimmy Choo, abiti storici, per me ricordi importanti, borse, pezzi di abbigliamento irripetibili’.
 
Nonostante gli episodi siano stati diversi e reiterati nel tempo, la Parietti — almeno per ora — ha deciso di non denunciare: ‘Ho provato una certa rabbia, nello scoprire che erano stati portati via i pezzi più importanti, ho pensato anche di fare denuncia, poi, mi sono resa conto che ogni volta che pensavo di andare a farlo mi saliva la rabbia. Perché i furti sono stati ripetuti nel tempo, sono stati presi i pezzi di abbigliamento più importanti’.
 
‘Perdono per essere perdonata, per tutto ciò che la vita mi ha dato. Denunciare , la persona o le persone che penso possono essere state, significa, rinunciare anche per pochi minuti, allo Stato di grazia, di serenità , che vivo. Lascio, a chi mi ha privato di oggetti, ricordi, abiti la soddisfazione di indossarli pur non essendo loro’, afferma la showgirl. 
 
Il post si conclude con un monito verso i malviventi: ‘Avviso i ladri che non c’è più nulla da rubare, che comunque ci sono 10 telecamere e a chi critica il fatto che io abbia una cameriera, vorrei dire, che questo è un lavoro di totale rispetto se non si costringe una persona mettersi in ridicolo e non è certo questo il caso. Il lavoro non è mai umiliante, se fatto con serietà e pagato doverosamente’.
 
Prendetevela con quelli che pagano tre euro l’ora i braccianti, non con me che metto in regola, con 14 mensilità ai miei dipendenti e li pago come meritano Poi magari, se avete tempo tra una cattiveria e l’altra, fatevi una vita. Grazie ogni giorno, a quelli che mi amano e mi seguono sapendo che tutto ciò che ho me lo sono meritato compreso il mio amore ritrovato’, afferma la donna.

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy