Home News Cronaca Ostia, a 89 anni costretta a vivere in un garage: le offrono...

Ostia, a 89 anni costretta a vivere in un garage: le offrono un aiuto, ma è una truffa

Le hanno offerto un aiuto, ma all’incontro nessuno si è presentato. Giovanna, 89 anni, continua a vivere in un garage, ormai da cinque anni, con il figlio ad Ostia. 

Ne avevamo già parlato qualche giorno fa, ecco gli sviluppi, non di certo positivi.

La storia di Giovanna e l’appello a Pomeriggio 5

Vive in un garage da quasi cinque anni con il figlio Livio senza finestre e corrente, ad Ostia. Protagonista di questa triste storia un’anziana signora, Giovanna, di 89 anni e suo figlio attualmente senza lavoro. Giovanna è invalida al 100%, ha una pensione minima e con la reversibilità del marito percepisce circa 700 euro al mese. I due, inoltre, devono pagare 175 euro al mese per il box più 120 euro per un altro garage dove ci sono tutti i mobili della casa in cui vivevano precedentemente. Non possono permettersi un affitto, i soldi della pensione non bastano. 

La signora, nella sua condizione disperata, si era rivolta a Barbara D’Urso nella puntata andata in onda martedì 21 gennaio 2020. Un collegamento in diretta con la giornalista Giorgia Scaccia direttamente dal box ormai adibito a “casa” con le poche cose necessarie alla sopravvivenza. A riscaldarli, in questo inverno freddo, una stufetta e tante coperte.  “Mio figlio dorme su una poltrona, seduto” ha raccontato Giovanna e ancora “Io la mattina vado al bagno dei mercati perché sono puliti. L’ultima doccia l’ho fatta due mesi fa a casa di un’amica”. 

La truffa

La padrona di casa, Barbara D’Urso, si era subito messa a completa disposizione e aveva lanciato un appello a tutti i telespettatori di Pomeriggio 5, sperando nel loro buon cuore, per trovare un lavoro al figlio, geometra ed ex portiere in vari condomini a Roma e una sistemazione per Giovanna.

Tanti i messaggi di aiuto, da ogni parte d’Italia, ma uno di questi sembrerebbe essere a tutti gli effetti una truffa, purtroppo. Il benefattore, con un messaggio, si era proposto di aiutare l’anziana donna: avevo offerto una sistemazione (una villa che stando alle foto mandate in onda durante la trasmissione sembrerebbe essere abbandonata) e un lavoro per il figlio Livio come custode. All’incontro, però, l’uomo non si è mai presentato. Tante chiamate, ma anche tante scuse: avrebbe detto di aver avuto un incidente e poi, in un secondo momento, che era stato addirittura vittima di un furto d’auto. 

Indignata Barbara D’Urso: “E’ ovvio che ci troviamo di fronte ad un truffatore. Noi stessi di Pomeriggio 5 che siamo quelli che abbiamo aperto lo sportello anti truffa siamo stati truffati. Tutto è nelle mani dei nostri legali che si occuperanno del caso“.