Connettiti con noi

Ultime Notizie Politica

Ritorna il servizio militare in Italia? Cos’è la mini naja, la proposta di Ignazio La Russa

Pubblicato

il

ignazio la russa leva militare

Ben presto potrebbe ritornare il servizio militare, ma volontario. La destra ritorna a uno dei suoi cavalli di battaglia e ha già preparato il disegno di legge. Ad annunciarlo è stato il presidente del Senato, Ignazio La Russa, al termine del suo discorso di chiusura per le celebrazioni organizzate dagli Alpini a Milano, in ricordo dei caduti.

Il servizio militare torna in Italia? Le parole di Ignazio La Russa

Dopo ben 14 anni, dopo la proposta nel 2008 di creare degli stage estivi nelle caserme rivolti ai giovani tra i 18-25 anni, La Russa torna con una nuova proposta sulla mini naja, breve periodo di formazione militare su base volontaria. Formazione militare e servizio di leva, sono temi cari alla destra, che negli anni ha presentato idee per rinnovarle, come quella più recente dell’attuale ministro alle infrastrutture, Matteo Salvini, che aveva proposto una leva militare su base regionale.

Il disegno deve ancora essere approvato, ma è opportuno sapere cosa preveda e a chi si rivolge. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla nuova mini naja. Con il termine naja, parola del dialetto veneto, si indicava in senso dispregiativo la leva obbligatoria, che obbligava un individuo a strapparsi dai propri affetti per subordinarsi alle gerarchie istituzionali. La naja negli anni è stata al centro di numerose proposte di legge, fino a quella approvata dalla Camera nel 2019 sulla cosiddetta mini naja, che avviava un progetto sperimentale per la realizzazione di percorsi formativi a partecipazione volontaria.

Il disegno di legge per il ritorno alla leva militare

Una proposta che è stata rivista e che adesso è pronta a essere nuovamente presentata da un gruppo di senatori. Il nuovo disegno di legge sul servizio militare volontario, definito mini naja, che prevede un periodo di formazione all’interno delle forze armate, è rivolto ai giovani di età compresa tra i 16 e i 25 anni. Un’occasione di poter “imparare cosa è l’amore per l’Italia e il senso civico”, come sostenuto dal presidente del Senato Ignazio La Russa. Sono previsti inoltre degli incentivi di diverse tipologie per i ragazzi che parteciperebbero alla nuova formazione militare.

Il nuovo disegno di legge che sarà presentato dal gruppo di senatori parte, in realtà, da una legge che è ancora in vigore anche se non viene più finanziata: mini naja. Come spiegato da La Russa, il disegno di legge è partito da quel concetto, ma è stato poi ampliato. Infatti, all’epoca del servizio militare, il periodo di addestramento durava 40 giorni, per questo motivo la nuova proposta prevede la possibilità di garantire una formazione militare su base volontaria ai giovani tra i 16-25 anni di trascorrere 40 giorni nelle forze armate, limitatamente ai numeri che saranno messi a disposizione dalle forze armate.

Per chi deciderà di sfruttare questa possibilità ci saranno poi degli incentivi, come spiegato dal presidente del Senato. Infatti a fronte della partecipazione sono previsti diversi incentivi:

  • punti per la maturità per tutti i tipi di scuola;
  • incentivi per la laurea, come un esame in più o un vantaggio a livello di formazione;
  • un punteggio aggiuntivo per tutti i concorsi pubblici.

Choc a Ostia: 24enne trovato morto in un parcheggio

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com