Connettiti con noi

Cronaca

Quando parla Conte? Data, orario e dove seguire la nuova conferenza stampa del Premier (aggiornamenti in tempo reale)

Pubblicato

il

Quando parla Conte 18 dicembre 2020

Quando parla Conte? Attesa per la nuova conferenza stampa del Premier Giuseppe Conte chiamato ad annunciare le nuove misure restrittive per il Natale. Le ipotesi in campo sono molteplici ma tutte sembrano andare in un’unica direzione: incrementare la stretta per prevenire una terza ondata di contagi

Dpcm Natale: le restrizioni già in vigore per le Feste

Ricordiamo che un primo pacchetto di misure è già stato varato. Dal 21 dicembre al 6 gennaio è vietato infatti ogni spostamento “in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome”, e il 25 e 26 dicembre e il 1° gennaio ogni spostamento tra comuni, salvo che per comprovate esigenze di lavoro, necessità o salute.

È consentito il rientro alla residenza, domicilio o abitazione, escluse le seconde case in altra Regione o Provincia autonoma e, nelle giornate del 25 e 26 dicembre e del 1°gennaio, “anche ubicate in altro Comune, ai quali si applicano i predetti divieti”.

Dpcm Natale 3 dicembre: coprifuoco, gli orari

Inoltre ci sono i limiti imposti per il coprifuoco che resta dalle 22 alle 5 per tutti i giorni. Unica eccezione Capodanno: in questo caso il coprifuoco è fino alle 7 del mattino. “Dalle ore 22.00 alle ore 5.00 del giorno successivo, nonché dalle ore 22.00 del 31 dicembre 2020 alle ore 7.00 del 1° gennaio 2021sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute”. 

Leggi anche: Dpcm Natale, cosa si può fare e cosa no. Le risposte alle domande più frequenti

Quando parla Conte? Con il nuovo Dpcm per Natale nuove restrizioni

Intanto però il tempo passa e manca sempre meno a Natale. Il Governo è al lavoro per decidere le misure ancora più stringenti da adottare proprio in vista delle festività. Questo per scongiurare, come detto in apertura, una terza ondata o assembramenti (come quelli visti nel weekend) che non farebbero altro che aggravare la situazione. Tra le ipotesi quella di far diventare Italia zona rossa con un lockdown a tutti gli effetti nei  festivi e prefestivi; una nazione che sarebbe invece arancione nel resto dei giorni con minori limitazioni. 

Il calendario delle possibili restrizioni per le Feste Natalizie

«Abbiamo predisposto un piano per le festività natalizie. Forse qualche ritocchino ci sarà. Alla luce dei suggerimenti del Comitato tecnico scientifico qualche misura ulteriore la introdurremo. Ci stiamo riflettendo», ha spiegato il Presidente del Consiglio.  

Leggi anche: Dpcm Natale: ecco il testo del decreto del 3 dicembre 2020

L’ala rigorista, che vede in pole position i ministri Speranza, Franceschini e Boccia, vorrebbe un lockdown totale dal  23 dicembre al 6 gennaio. Questo comporterebbe la chiusura di tutti i negozi e il divieto di spostamenti, se non per comprovate esigenze. Ma l’ipotesi più accreditata per il momento è quella di far diventare Italia zona rossa solo in alcuni giorni: 24-25-26-27 dicembre31 dicembre e 1-2-3 gennaio 2021.

Leggi anche: Natale, Italia zona rossa per le feste: ecco il calendario del lockdown

In questi giorni resterebbero chiuse tutte le attività (bar, ristoranti, negozi) ad eccezione di quelle essenziali. Sarebbero vietati anche gli spostamenti all’interno del proprio Comune, se non per comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità. 

Leggi anche: Natale, Italia zona rossa per le feste: oggi il vertice, ecco le diverse posizioni

«Occorre rinforzare il piano natalizio che abbiamo già definito, c’è stata un’ulteriore interlocuzione con gli esperti del Cts, anche loro ci hanno consigliato, per scongiurare la terza ondata un’ulteriore stretta», ha dichiarato ieri sera il presidente del Consiglio Conte ai microfoni della  trasmissione Accordi&Disaccordi.

«Le misure varate sin qui stanno funzionando, abbiamo l’Rt sotto l’1, però gli assembramenti degli scorsi giorni hanno destato preoccupazione. C’è tanta voglia di vivere le festività secondo tradizioni, ma questo ora non è possibile e occorre qualche intervento aggiuntivo», avverte il Premier. Per il momento non c’è nessuna ufficialità, se non ipotesi. Oggi ci sarà il vertice a Palazzo Chigi tra Giuseppe Conte e i capidelegazione della maggioranza e con grande probabilità verranno messe a punto le nuove misure. 

Quando parla Conte? Ecco quando potrebbe esserci la nuova conferenza stampa del Premier

Gioco forza non sarà possibile ritardare più di tanto l’annuncio delle restrizioni. Non a caso, notizia di oggi, il Veneto ha affrettato i tempi proponendo una sua “ricetta” per il periodo di Natale: dal 19 dicembre al 6 gennaio confini Comunali chiusi dalle ore 14.00.

Stando alle ultime indiscrezioni raccolte la data fissata per un nuovo discorso di Conte alla Nazione potrebbe essere quella di domani, al più tardi sabato. Se verrà rispettato il modus dei precedenti Dpcm è lecito attendersi una conferenza stampa nel tardo pomeriggio/sera.

Nuovo DPCM Natale: data, orario e come seguire la conferenza stampa del Premier Conte

Quando parla dunque Conte? Al momento non c’è stata alcuna comunicazione ufficiale. Come sempre sarà possibile seguire la conferenza stampa sulle reti generaliste in tv, sulla pagina Facebook ufficiale del Premier Conte e ovviamente sul nostro sito. 

(Articolo in aggiornamento)


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it