Home News Cronaca Roma, maxi rissa al parco Meda tra filippini e italiani: ferito un...

Roma, maxi rissa al parco Meda tra filippini e italiani: ferito un 37enne

UNA TRANQUILLA DOMENICA RISCHIA DI TRASFORMARSI IN TRAGEDIA: AL PARCO SCOPPIA LA MAXI RISSA

roma maxi rissa
Foto: fabrizio montanini

Roma, maxi rissa al parco. Il giardino pubblico che si trasforma in un enorme ring. Due gruppi, uno filippino, uno italiano, che si scontrano senza esclusione di colpi. E forse poteva anche finire in tragedia, considerando il ferimento in modo serio di un 37enne conosciuto nella zona. 

Leggi anche: Roma, i vigili vanno per demolire una baraccopoli, ma era il set di un film: fermati appena in tempo

Siamo nell’area dei Monti Tiburtini, al parco Filippo Meda a Roma. I Carabinieri stanno cercando di capire cosa abbia scatenato il parapiglia ed accertare eventuali responsabilità; stando a quanto si apprende tutto potrebbe essere iniziato a causa di un apprezzamento ad una ragazza, oppure a seguito di un furto ma non si esclude l’esistenza di precedenti attriti tra le due “fazioni” . Un problema, quello del Parco Meda Andrea Campagna che si ripresenta puntuale ogni weekend. «Oggi per la forte quantità di alcool ingerito unito al primo forte sole della stagione, si è rischiata la tragedia». A parlare è Fabrizio Montanini, presidente del Comitato Beltramelli-Meda-Portonaccio. 

«Per futili motivi, legati ad un telefonino che non si trovava, la comunità filippina si è scaraventata in gruppi di decine di persone contro le famiglie italiane presenti, accanendosi peraltro contro un ragazzo disabile che tutti conosciamo in zona (evito il nome per la privacy)». Il ragazzo, 37enne, è stato quindi portato in ospedale (al Pertini, ndr) con un profondo taglio alla guancia e successivamente dimesso con alcuni giorni di prognosi.

Rissa al Parco Meda: un problema “noto”

«Denunciai mediaticamente qualche anno fa la situazione di degrado in cui si trovava il parco. Non tanto quello ambientale, ma per il tipo di gente che lo affolla, in particolare la domenica – prosegue Montanini – Se la situazione non cambia da subito, non rimarremo sicuramente a guardare. Quel parco è di tutti noi cittadini e non di pochi intimi». Problemi, secondo il portavoce del Comitato di zona, riguarderebbero anche le modalità con le quali vengono assegnati i barbecue nel Parco.

Ad ogni modo ora, anche mediante l’ausilio delle telecamere, si cercherà di far luce sull’accaduto. Come riportato da Romatoday sarebbero state fermate anche due persone risultate però in seguito estranee ai fatti; inoltre un cittadino filippino sarebbe rimasto ferito e portato via dai suoi connazionali. Una cosa è però certa: il bilancio sarebbe potuto essere molto più grave.