Connettiti con noi

News

Roma, pessime condizioni sanitarie e no sicurezza sul lavoro: chiude un bar a Torre Maura (FOTO e VIDEO)

Pubblicato

il

chiusura bar torre maura

Chiuso un bar pasticceria a Torre Maura, Roma, a causa di gravi violazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro. E’ accaduto nella giornata di sabato 13 novembre 2021. La Polizia di Stato, oltre alle carenze in ambito di salute e sicurezza sul lavoro ha riscontrato anche delle mancanze a livello igienico-sanitario, ordinando l’immediata sospensione dell’attività.

Leggi anche: Pietralata, nervoso ai controlli: nascondeva la droga negli slip (e non solo)

Mancanza di sicurezza sul lavoro, sanzioni a un bar a Torre Maura

E’ avvenuto nell’ambito di controllo straordinario del territorio, messi in atto dalla Polizia di Stato. Insieme agli ispettori della S.I.A.N. della ASL Roma 2 e a quelli dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, gli agenti hanno chiuso un laboratorio in forma artigianale e annesso bar. E’ avvenuto lo scorso sabato, nel noto quartiere romano di Torre Maura. Gli agenti del VI Distretto Casilino  e gli ispettori degli altri enti hanno constatato la presenza di 4 lavoratori “in nero” e gravi violazioni in materia di salute e sicurezza del lavoro che sono costati, al titolare, una denuncia in stato di libertà e la contestazione di sanzioni penali e pecuniarie di natura amministrativa, per il complessivo ammontare di 47.916 euro.

Leggi anche: Roma, è allerta movida: chiuse due piazze per assembramenti

Carenza delle misure igienico-sanitario e la chiusura

Non solo mancata sicurezza sul lavoro: riscontrate anche gravi carenze in ambito igienico-sanitario che sono costate l’immediata sospensione temporanea dell’attività con la sanzione accessoria della chiusura coattiva per 5 giorni, dovuta alle contestazioni amministrative (di 2.000 euro) elevate a carico di 5 lavoratori sprovvisti dei prescritti dispositivi di protezione individuale: di questi dipendenti 2 sono stati accompagnati al Gabinetto Interregionale di Polizia Scientifica per essere sottoposti ai rilievi dattiloscopici in quanto sprovvisti di documenti di identificazione. In seguito, poi, al controllo dell’annesso bar pasticceria, sono state elevate sanzioni amministrative pari a 1.500 euro per violazioni in materia igienico sanitaria, mentre l’unica dipendente presente, priva di documenti di identità, è stata anche lei accompagnata al G.I.P.S.

Leggi anche: Truffe alla Regione Lazio, maxi operazione: scattano arresti e sequestri

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy