Home News Cronaca Roma, torna l’incubo delle rapine in villa: padre e figlio legati e...

Roma, torna l’incubo delle rapine in villa: padre e figlio legati e sequestrati

Torna l’incubo delle rapina in villa a Roma: è il terzo caso in pochi giorni. Venerdì 22 novembre, quattro malviventi hanno sequestrato nella propria abitazione un farmacista e hanno portato via gioielli, denaro e altri oggetti preziosi; mentre lunedì 25 novembre, un’intera famiglia è stata rapinata e rinchiusa in casa in zona Valle Fiorita-Due Leoni. Questa volta le vittime sono un padre e un figlio, rapinati, sequestrati e poi legati nella propria abitazione sotto la minaccia delle armi. Il fatto è accaduto la notte dello scorso 27 novembre in una villa in via Quinzio Flaminio, tra l’Appia Nuova e il Parco degli Acquedotti. 

Poco prima della mezzanotte, il figlio di 24 anni rientra in casa, ma viene sorpreso alle spalle da due uomini armati di pistola: i banditi gli puntano un coltello sotto la gola e lo obbligano ad aprire il portone. I rapinatori riescono così a fare irruzione nella camera da letto dove trovano il padre che sta dormendo, un uomo di 56 anni. I due vengono rinchiusi nel seminterrato e legati con del nastro adesivo alle caviglie e alle mani. I malviventi riescono a trovare la cassaforte e a rapinare circa 10mila euro in contante. Non contenti, si fanno consegnare anche le chiavi di un suv, una Audi Q3: con questa si sono allontanati insieme al veicolo con il quale erano arrivati alla villa. 

A dare l’allarme il figlio che è riuscito a liberarsi e a chiamare la polizia. Sul posto sono intervenuti gli investigatori della Squadra Mobile insieme alla polizia scientifica. I  rapinatori in fuga, stando alla testimonianza delle vittime, sono stranieri dell’Est Europa.