Calcioscommesse, Corona è un fiume in piena: altri nomi a Striscia La Notizia, spunta un video

Pubblicato il
Fabrizio Corona a Belve

Calcioscommesse, Fabrizio Corona non si ferma: dopo “Avanti Popolo”, si mostra anche a Striscia La Notizia. Rivelati altri nomi.

Fabrizio Corona torna a parlare ed è un fiume in piena: da quando ha scardinato i vincoli sul calcioscommesse non fa altro che rivelare nomi. Tonali, Fagioli, Zalewski. Zaniolo, El Shaarawy, Azmoun. Ne ha per tutti, persino per l’ex Inter e Roma Santon che – secondo il re dei paparazzi – sarebbe a contatto con il basista (lo zio stando alle ricostruzioni) che avrebbe coperto i calciatori coinvolti. Una scacchiera che coinvolgerebbe anche Bonucci. In quanto sapeva, ma non ha denunciato.

Complicità vere o presunte, interpreti veri o presunti. Questa situazione è sempre più complessa e ricca di particolari che si mescolano fra certezze e supposizioni. La Procura di Torino indaga, Corona dispensa. La parte che conta, però, è la prima: quella della Giustizia Sportiva che deve fare il proprio corso. In attesa di capire fin dove ci sono elementi per intervenire. Intanto Corona va ad Avanti Popolo e fa il 4,85% di Share. Troppo poco, nonostante avesse delle rivelazioni scottanti.

Tradimento social, all’incontro reale arriva anche il marito: spasimante pestato

Corona imperversa sul calcioscommesse: spunta il nome di El Shaarawy, la situazione

A essere bollente, però, è solo il termometro della Rai che alimenta anche il reporter dicendo: “Sono stato censurato”. Non contento Corona passa da Rai a Mediaset: ai microfoni di Striscia La Notizia, incalza sul giocatore della Roma El Shaarawy dicendo di essere in possesso di un video dove palleggia con un compagno di squadra e parla di possibili puntate da fare. Nel frattempo i giocatori coinvolti – Tonali e Fagioli in primis – restano in disparte al netto di qualche sfogo.

Lo juventino dice di avere delle problematiche, tanto da voler chiedere scusa a tutti, ma poi si sfoga affermando che è stato gettato anche molto fango sul suo conto: “Presto chiarirò tutto”, chiosa. Un continuo rimandare non fa altro che destare sospetti da ogni parte: i tifosi non riescono più ad orientarsi, il calcioscommesse porta son sé un puzzle tutt’altro che semplice da risolvere. Anche perchè chi mette insieme i pezzi non sono solo i tribunali. I processi, non con la stessa valenza, si fanno anche altrove. Spesso quando si accende una luce rossa. Alla prossima puntata, sperando si possa davvero risolvere tutto dopo i titoli di coda. 

Impostazioni privacy