Home Ultime Notizie Lazio e Roma si giocano il terzo posto

Lazio e Roma si giocano il terzo posto

È ormai da molto, forse troppo tempo che nella Serie A Tim domina la noia, con la Juventus capace di vincere otto scudetti consecutivi e intenzionata a continuare questa grande serie positiva. Quest’anno, tuttavia, sembra che lo cose stiano cambiando: in parte è grazie all’Inter, che dopo l’arrivo di Antonio Conte ha cambiato marcia ed è tornata ad essere grande, in parte perché le due squadre che rappresentano Roma si sono impuntate e stanno provando a tenere botta dietro il duo di testa composto, appunto, dai bianconeri e dai nerazzurri. Dopo il pareggio per 0-0 a Milano contro l’Inter, la Roma ha dato dimostrazione di essere una squadra solida e concreta, mentre la Lazio è in questo momento una delle squadre più in forma del momento, soprattutto dal punto di vista della potenza offensiva.

Una Lazio sbarazzina

Negli ultimi anni la squadra biancoceleste raramente aveva dato tanta dimostrazione di abilità e concretezza. Eppure quest’anno sembra che la truppa allenata da Simone Inzaghi si sia messa in testa di poter far davvero le cose in grande. Sbarazzina e senza paure, la Lazio ha prima battuto la Juventus in casa con una prestazione eccezionale e si è portata adesso a solamente tre lunghezze dal duo di testa, ossia quello formato da Juventus e Inter a quota 39 punti. Il tutto dopo la rocambolesca vittoria contro il Cagliari arrivata al minuto 97 con un goal di Felipe Caicedo, attaccante entrato dalla panchina per rivoluzionare un match fondamentale. Nonostante in questo momento la principale candidata alla vittoria sia la Juventus, come ben testimoniano le scommesse calcio di Betway con una quota di 1,5 il 17 dicembre, la Lazio si è guadagnata il diritto di poter fare la voce grossa e riuscire a competere ai massimi livelli grazie a un attacco strepitoso nel quale Ciro Immobile, attuale capocannoniere del campionato con 17 reti all’attivo, è il terminale di gioco. Migliore squadra per rendimento negli ultimi due mesi e miglior attacco con 38 reti insieme all’Atalanta, la Lazio dovrà vivere alla giornata se vorrà continuare a impensierire le due grandi. Eppure, per come stanno andando le cose, l’ipotesi di disturbare Inter e Juventus nel lungo periodo non sembra del tutto sconclusionata.

La Roma ci prova


Dopo aver sancito la qualificazione in Europa League, la squadra allenata da Paulo Fonseca ha adesso come obiettivo principale quello di mantenersi al quarto posto in campionato per riuscire a tornare a giocare in quella competizione così importante e redditizia che è la Champions League. La società sponsorizzata dalla compagnia aerea Qatar Airways si è resa protagonista in estate di alcune scelte peculiari che, tuttavia, stanno dando i loro frutti. La prima di tutte è stata senza dubbio quella di rinnovare il contratto a un centravanti importante come Edin Džeko, capocannoniere della Serie A 2016-17 e da anni il punto di riferimento del gioco offensivo dei giallorossi. Da quel momento in poi, il calcio di Fonseca ha potuto avere un’applicazione migliore. Il tecnico portoghese, scelto per il suo passato importante in una compagine che ha spiccato il volo come lo Shakhtar Donetsk, ha dimostrato di sapere il fatto suo e sta attualmente ottenendo buoni risultati sulla panchina giallorossa. In questo momento quarta in classifica e dopo aver già disputato una serie di match importanti, la Roma si è confermata come quarta forza del campionato dopo aver sconfitto in casa in rimonta la Spal e proverà a restare ancorata a questo posto in tutti i modi. Per provarci, la squadra di Fonseca dovrà guardarsi le spalle da Cagliari e Atalanta, che distano rispettivamente quattro e cinque punti e sono le sue principali rivali per ottenere il fondamentale quarto posto che vale la Champions.

Romane d’Europa

La stagione attuale, dunque, sta riportando sia la Lazio sia la Roma in quell’orbita europea che spetta loro per aura e blasone. È vero anche che quest’anno va registrata la sorprendente caduta del Napoli e che il Milan non è più quello di prima, eppure in questo periodo le due squadre della capitale stanno facendo capire a tutta Italia quanto valgano davvero. In palio c’è sicuramente il terzo posto, impreziosito dal valore che ha un derby romano durante tutta la stagione, ma soprattutto il ritorno in una Champions League che oggi vale come il pane per question