Connettiti con noi

Cronaca

Torvaianica. Via Arno, buca la gomma ma rischia la multa per ‘eccesso di velocità’: «Oltre al danno la beffa»

Pubblicato

il

Mentre è in corso la protesta a Campo Ascolano (Torvaianica) per il dissesto stradale in Via Arno abbiamo raccolto le testimonianze dei cittadini intervenuti. Tra queste riportiamo la vicenda di Eleana rimasta anche lei vittima delle buche presenti lungo la strada e che ora rischia, beffa delle beffe, anche una multa.

Leggi anche: Torvaianica, strada dissestata, la manifestazione (in auto) dei cittadini in Via Arno: clacson e tutti in fila a 30km/h per protestare contro le buche (VIDEO)

Buca la gomma ma rischia la multa: la testimonianza

Ebbene la donna nei giorni scorsi, durante una serata di forte pioggia (quindi con il buio non si vedeva assolutamente dove fossero le buche), ha forato una delle gomme dell’auto. Una volta accostato ha richiesto l’intervento della Polizia Locale, giunta in questo caso da Pomezia, con l’intento di farsi rilasciare un verbale per procedere con una richiesta di risarcimento danni. 

Leggi anche: Pomezia: oltre al danno la beffa, l’auto arriva contromano ma la colpa dell’incidente ricade su di lui: «L’assicurazione non ci paga, chiediamo giustizia»

Già, ma verso quale Ente? La competenza della strada, come peraltro ribadito anche dal Comune di Pomezia, in quel tratto essere dell’ex Provincia, oggi Città Metropolitana, che non a caso pochi giorni fa ha eseguito degli interventi, riasfaltando una cinquantina di metri di strada. Il fatto è che, nella pratica, per interventi di soccorso o, come in questo caso per una gomma bucata (o ancora in caso di incidenti), quasi sempre gli interventi arrivano da Pomezia. 

«Dopo aver forato ho chiamato la Polizia Locale di Pomezia – ci racconta la donna – che è giunta sul posto documentando l’accaduto. Il problema è che l’indomani, dopo avermi chiesto ulteriori chiarimenti sulla dinamica dell’accaduto, mi è stato detto che avrei ricevuto un verbale per non aver rispettato il limite dei 30km/h indicato dal cartello, una vera e propria assurdità».

«Ovviamente – continua Eleana – sono andata su tutte le furie e ho immediatamente contestato la multa: come si può gettare addosso al cittadino tutta la responsabilità di quelle che sono invece mancanze da parte delle Istituzioni? Non solo: nel mio caso come posso beccarmi una multa sulla base di una semplice supposizione? Nessuno ha rilevato la mia velocità, chi stabilisce che abbia superato il limite? E ancora: il Comune di Pomezia dice che non ha competenza sulla strada, ma perché poi, per contro, i Vigili possono fare le multe? Ad ogni modo la contravvenzione ancora non è arrivata, non appena la dovessi ricevere farò ovviamente ricorso».


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it