Home News Roma Cronaca di Roma Carabiniere ucciso a Roma, il militare che ha bendato l’americano sarà trasferito....

Carabiniere ucciso a Roma, il militare che ha bendato l’americano sarà trasferito. Aperte due indagini

La foto oramai gira da ore, dopo che si è diffusa in alcune chat tra carabinieri. Uno dei due ragazzi americani fermati dai militari dell’Arma perché sospettati dell’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, bendato e legato ad una sedia, con attorno i carabinieri.

Ora arriva la notizia che il militare che ha bendato il giovane verrà spostato in un reparto non operativo. Lo hanno stabilito i suoi superiori.

GENERALE NISTRI: “AVVENIMENTO GRAVE”. AVVIATE INDAGINE INTERNA E INCHIESTA ESTERNA

Non appena la foto è arrivata sui maggiori quotidiani, infatti, l’Arma si era detta sconvolta. Il comandante generale dell’Arma dei carabinieri, generale Giovanni Nistri ha commentato: “Quanto è successo è molto grave, abbiamo subito avviato inchiesta interna per individuare i responsabili e sanzionare i responsabili, informandone l’autorità giudiziaria per ogni valutazione sugli eventuali aspetti penali”.

Inoltre la procura di Roma è in attesa di un’informativa e subito dopo aprirà un’inchiesta penale che ipotizza i reati di maltrattamento e violenza privata. 

SALVINI: “LA VERA VITTIMA E’ IL CARABINIERE”. ILARIA CUCCHI: “CERTE COSE NON DEVONO ACCADERE”

Intanto il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha detto la sua sulla vicenda.

“Americano bendato? – ha scritto sui social- Unica vittima è il carabiniere. A chi si lamenta della bendatura di un arrestato, ricordo che l’unica vittima per cui piangere è un uomo, un figlio, un marito di 35 anni, un Carabiniere, un servitore della Patria morto in servizio per mano di gente che, se colpevole, merita solo la galera a vita. Lavorando. Punto.”.

Ma a commentare l’accaduto è stata anche Ilaria Cucchi.

“È una foto terribile – ha detto- certe cose non devono accadere al di là delle accuse, della nazionalità della pelle del fermato e del colore della sua pelle. Spero che la magistratura faccia chiarezza anche su questo in una vicenda tragica e in cui il mio pensiero va ai familiari del vicebrigadiere ucciso”.

Più duro il presidente della camera penale di Roma, Cesare Placanica. “Cosa ci fa una benda in una stazione dei Carabinieri? – si è domandato, poi l’affondo – Sono cose da far west”. 

Intanto c’è chi sottolinea che l’accaduto potrebbe aiutare l’avvocato del ragazzo americano nell’imminente processo per omicidio.