Home News Cronaca Assistenza medico/infermieristica domiciliare negata: l’appello di Adi Famiglie Italiane

Assistenza medico/infermieristica domiciliare negata: l’appello di Adi Famiglie Italiane

Vaccini Lazio medici di base e farmacia

Le Istituzioni non rispondono alle difficoltà che l’assistenza medica domiciliare sta subendo: come se le mancate vaccinazioni e la mancanza di materiali sanitari non fossero vere problematiche sanitarie. Adi Famiglie Italiane ha così deciso di richiedere un confronto a tu per tu con i pazienti, con le famiglie, con le persone in difficoltà che vivono nella Regione Lazio. 
La presidente, Serena Troiani, lancia così un appello: «Aiutiamoci a migliorare la vita dei nostri cari e le nostre vite. Ci stanno togliendo il diritto di essere assistiti / curati in casa! Scrivete a adi.famiglieitaliane@libero.it ». 

Leggi anche:  La crisi dell’assistenza medica a domicilio: “La pandemia è solo una scusa”

La richiesta si estende a coloro a cui è stata concessa l’assistenza domiciliare infermieristica ma poi hanno

  • Ridotto il personale 
  • Ridotto le ore di assistenza 
  • Proposto gli Oss al post degli infermieri 
  • Proposto la struttura 
  • Lasciato con i turni scoperti 
  • Ridotto i materiali di consume 
  • Se avete fatto richiesta e vi hanno detto che: o non vi spetta o che al momento non è possibile erogarla 

L’assistenza domiciliare è un diritto sacrosanto per le persone in difficoltà, per pazienti che non sono assolutamente di serie b e meritano almeno di essere considerate dalle Istituzioni, anche se non hanno preso il Covid.