Connettiti con noi

Ultime Notizie

Doppio tampone molecolare prima della partenza e quarantena all’arrivo fino a 14 giorni: la Cina si blinda contro il Covid

Pubblicato

il

Aereo militare per i voli verso la Cina restrizioni all'arrivo nel Paese

In Cina l’emergenza Covid non è mai finita. Sono ancora severissime infatti le regole per entrare nel paese a testimonianza di un’allerta che si mantiene a livelli altissimi. E sul fronte della precauzione lo Stato non vuole abbassare la guardia evitando quanto più possibile le possibilità di contagio.

Quali sono le regole Covid per viaggiare in Cina

Ma quali sono le disposizioni per chi deve recarsi in Cina o magari farvi ritorno dall’Italia? Le restrizioni in questo caso sono molto severe come detto e sono state aggiornate di recente. Queste includono una serie di test prima della partenza per rilevare l’eventuale contagio dal Covid-19 e una quarantena che può arrivare anche fino a 14 giorni a seconda della città di destinazione.

Leggi anche: Impennata contagi Covid, medici contro i concerti: nel mirino adesso quello dei Maneskin al Circo Massimo

Doppio test molecolare

Ecco le regole nello specifico. Intanto è necessario effettuare due test molecolari entro le 48 ore ed entro le 24 ore prima dell’imbarco, a distanza di 24 ore l’uno dall’altro. Non sarà più necessario invece effettuare il test antigenico rapido entro le 12 ore precedenti l’imbarco.

Saranno accettati i test effettuati in tutte le strutture sanitarie riconosciute in Italia ma dovranno essere effettuati in due diverse strutture. Il referto dovrà riportare inoltre indicazioni specifiche, quali nome, indirizzo e contatto della struttura, nome, data di nascita e numero di documento e altre informazioni complete del richiedente, l’orario in cui è stato effettuato il tampone e riportare la dicitura “tampone naso-faringeo” (Fonte: Farnesina, aggiornamento 5 luglio 2022).

La quarantena

Non solo. All’arrivo in Cina, i passeggeri dovranno effettuare anche un periodo di quarantena, previsto dalle vigenti normative locali, presso strutture centralizzate dedicate. Come raccolto da alcune testimonianze in loco spesso si tratta di veri e propri “Covid Hotel” con misure igieniche e di sicurezza ai massimi livelli come se si fosse, o quasi, nei reparti Ospedalieri dedicati.

Fino a 14 giorni

Il periodo di quarantena obbligatoria può variare indicativamente dai 7 ai 14 giorni, a seconda delle norme in vigore nella città di destinazione. Inoltre, in caso di esito positivo al test anti-Covid all’arrivo in Cina, le disposizioni sanitarie locali prevedono che i viaggiatori vengano ospitati e curati presso strutture mediche specializzate per tutto il corso della degenza. Tale disposizione si applica anche ai minori. 

Tutte le informazioni

Ma queste sono solo alcune delle informazioni per chi intende viaggiare verso la Repubblica Popolare Cinese. Per l’elenco completo delle disposizioni vi invitiamo a visitare il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina.

La situazione Covid in Cina

Nella giornata di ieri intanto sono stati 435 i nuovi casi di Covid nel Paese, per un totale di circa 890.000 attualmente positiva (in Italia sono oltre 1 milione con un incremento di 68.000 di nuovi casi nelle ultime 24 ore).

Covid, quarta dose vaccino: chi deve farla e perché è necessaria

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy