Connettiti con noi

Cronaca

Nuovo Dpcm: niente asporto dopo le 18, palestre chiuse fino a marzo, spostamenti vietati tra Regioni

Pubblicato

il

Nuovo Dpcm, il Governo conferma la linea dura per combattere la diffusione del Coronavirus. Ecco quindi cosa emerge dalla bozza in discussione questa sera in Consiglio dei Ministri: palestre, le piscine e cinema chiusi fino al 5 marzo, mentre gli impianti da sci fino al 15 febbraio, musei aperti in zona gialla. Vietato l’asporto dai bar dopo le ore 18. Resta invece possibile l’asporto per i ristoranti.

Le norme del nuovo Dpcm si aggiungono a quelle del decreto legge approvato ieri e saranno entrambe in vigore a partire dal 16 gennaio fino al 5 marzo. Solo il divieto di spostamento tra regioni è limitato al 15 febbraio. Nella giornata di ieri, mercoledì 13 gennaio, nonostante la crisi politica, è infatti stato varato un decreto legge che limita le visite agli amici e ai parenti soltanto a due persone per volta, una volta al giorno. Questa regola base per tutta Italia è poi differenziata a seconda del colore della regione. Domani verrà pubblicato il nuovo monitoraggio dei dati che consentirà di stabilire i colori da attribuire alle regioni.

Leggi anche: Lazio zona arancione: congiunti, torna il divieto di vedersi se abitano fuori Comune

Stato di emergenza fino al 30 aprile

Il ministro della salute Roberto Speranza ha confermato che lo stato di emergenza verrà prorogato al 30 aprile, mentre le soglie di accesso RT scendono all’1 per la zona arancione e all’1,25 per la zona rossa. Ma si può andare in zona arancione anche con un indice più basso, se con sulla base dei 21 criteri c’è un rischio alto.

Leggi anche: Decreto legge 16 gennaio 2021: spostamenti tra Regioni bloccati fino al 15 febbraio e tutte le altre novità

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy