Connettiti con noi

Cronaca

Quando diventa gialla Roma e il Lazio? La possibile data e le previsioni per le prossime settimane

Pubblicato

il

Variante Mu cos'è

Se da una parte nel Lazio la campagna di vaccinazione procede spedita e la percentuale dei posti letto occupati, tra ricoveri e terapie intensive, sembra non preoccupare, dall’altra i contagi sono in salita, con un‘impennata di positivi soprattutto tra i più giovani. Un po’ per l’effetto degli ‘Europei’ e di quelle partite seguite senza alcun rispetto delle norme e un po’ per le vacanze nelle località turistiche prese d’assalto, con alcune località come Ponza e San Felice Circeo che hanno pensato bene di reintrodurre l’obbligo di mascherina all’aperto. Una toppa, forse, messa troppo tardi. Ma l’assessore D’Amato è fiducioso e ottimista convinto che il Lazio resti in zona bianca perché tutti i parametri, che ora verranno presi in considerazione con il nuovo decreto, sono di gran lunga sotto la soglia di rischio. 

Leggi anche: Variante Delta, tre comuni pontini a rischio zona rossa: ‘Troppi giovani contagiati’

Il Lazio rischia la zona gialla? 

Con il nuovo decreto sono cambiati i parametri: ora per il passaggio in zona gialla la percentuale di letti occupati Covid in terapia intensiva deve superare il 10%, mentre quella dei posti letto occupati nei reparti ordinari il 15%. Valori che, fortunatamente, nel Lazio sono molto lontani perché, stando ai dati pubblicati il 25 luglio dall’Agenas, la percentuale è del 3% in entrambi i casi, in linea con la media nazionale. 

“Siamo molto lontani dai parametri della zona gialla e anche il livello delle occupazioni negli ospedali è di 10-12 volte inferiore ai target nazionali che sono stati dati. Sicuramente bisogna correre con la vaccinazione e noi saremo la prima regione italiana a raggiungere l’obiettivo del 70% in doppia dose l’8 agosto, entro la fine di agosto arriveremo all’80% – ha dichiarato l’Assessore alla Sanità e Integrazione Socio-Sanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato, a margine della consegna delle benemerenze agli operatori dell’Ares 118 impegnati nell’emergenza Covid-19. Dichiarazioni che fanno ben sperare perché se è vero che i contagi aumentano, è altrettanto vero che sono sempre meno i pazienti in terapia intensiva o ricoverati in ospedale, a dimostrazione che il vaccino serve per ridurre il rischio di ospedalizzazione. 

Lazio in zona gialla? Le previsioni 

La situazione, almeno per ora, pare essere sotto controllo. Ma se da un lato ci sono le dichiarazioni di D’Amato che infondono fiducia, dall’altro c’è uno scenario presentato in conferenza stampa da Silvio Brusaferro che pare non promettere nulla di buono.

Roma e Lazio a rischio zona gialla già da agosto 2021: ‘E’ la Regione con più casi positivi’

Secondo il report dell’Istituto superiore di sanità negli “scenari di impatto fino al 20 agosto” presentati nella conferenza di venerdì scorso, il Lazio sembrerebbe essere l’unica Regione che potrebbe superare la soglia del 10% per entrambi i tassi di occupazione. Numeri che, se davvero si registrassero, farebbero passare tutto il territorio in zona gialla, forse addirittura prima della fine dell’estate. E’ per questo che l’obiettivo resta uno: accelerare la campagna di vaccinazione e raggiungere il prima possibile l’immunità. 

 


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it