Connettiti con noi

Cronaca

Roma, danno fuoco a un senzatetto: ecco chi era la vittima

Pubblicato

il

Ha un nome e un volto l’uomo morto carbonizzato la sera del 19 dicembre a Roma in via Brodololini, sotto al viadotto Giovanni Gronchi, a Fidene, nel quartiere Nuovo Salario.

Si tratta del 45enne Roman Herda, slovacco, arrivato in Italia a chiedere l’elemosina dopo un’infanzia passata in un orfanotrofio del suo paese.

A raccontare particolari inediti della vita dell’uomo è un suo amico, che si confida con Valerio Renzi di Fanpage. “Lo abbiamo aiutato, ormai tanti anni fa, a liberarsi da chi lo sfruttava – racconta l’amico a Renzi – Per qualche tempo abbiamo vissuto in un cantiere rimasto fermo a Talenti, in via Dario Niccodemi, poi ci hanno mandato via e Roman, insieme ad altri, aveva trovato rifugio sotto il viadotto. Io avevo trovato un’altra sistemazione ma continuavo a vederlo, l’ultima volta era stata due giorni prima della sua morte”.

Da quanto emerge dalle indagini quella di Roman non è una morte fortuita, un incidente: qualcuno lo avrebbe ucciso, dandogli fuoco mentre dormiva nel suo letto di fortuna, sotto quel ponte. Bruciato vivo: una fine atroce. Forse un altro clochard, saranno gli inquirenti a doverlo scoprire, magari analizzando i filmati delle tante telecamere della zona.

 

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy