Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Roma, inglesi ‘perdenti’ in campo e fuori: poliziotti e steward picchiati, bus danneggiati. Sette arresti

Pubblicato

il

uomo colto da un malore mentre scende dal bus, intervento di polizia ed ambulanza

Sconfitti sul campo, da gioco, e su quello della civiltà e dell’educazione civica. Nonostante la macchina dell’ordine pubblico abbia comunque funzionato nel complesso, il bilancio finale del post partita è comunque di quelli che fanno riflettere. Protagonisti, in negativo, sono stati i tifosi inglesi del Leicester giunti nella Capitale per assistere all’incontro di Conference League: in sette sono stati arrestati. 

Tifosi inglesi picchiano poliziotti e steward

In particolare, i poliziotti del commissariato Prati sono riusciti a fermare 7 inglesi, di età comprese tra i 23 ed i 36 anni, che avevano materialmente colpito prima gli stewards e poi gli stessi agenti della Polizia di Stato. Nella circostanza sono rimasti feriti 6 stewards e 5 poliziotti. Tutti sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso e sono stati refertati con prognosi dai 2 ai 15 giorni.

Le accuse

I 7 ultras del Leicester sono stati arrestati perché gravemente indiziati dei reati di resistenza, violenza, lesioni personali e minaccia a pubblico ufficiale. Nella mattina di oggi si è svolto il rito direttissimo presso il Tribunale di Roma con la condanna per i 7 autori ad un anno di reclusione.

Altri due denunciati

Ulteriori 2 tifosi ospiti sono stati denunciati in stato di libertà per aver introdotto nello stadio alcuni artifizi pirotecnici all’interno della struttura. Per tutti loro, il Questore di Roma, in seguito ad istruttoria della Divisione Anticrimine, ha emesso un provvedimento D.A.S.P.O. che gli impedirà di accedere a tutte le manifestazioni sportive che svolgeranno in Italia per i prossimi 5 anni.

Bus Atac danneggiati dai tifosi del Leicester

Ma la conta de danni non finisce qui. Anche diversi autobus della municipalizzata Ataccome accaduto in passato sempre in occasione di altre partite europee – sono stati presi di mira dai tifosi del Leicester. In questo caso si contano danneggiamenti di vario genere all’interno di almeno 4-5 vetture e sono tuttora in corso ulteriori accertamenti per quantificarne l’entità. 

Sullo stesso argomento: Roma, condannati gli ultrà del Feyenoord che devastarono la Barcaccia

Il piano di sicurezza per Roma Leicester

Secondo quanto reso noto dalla Questura comunque il piano di sicurezza disposto per la semifinale di Coppa nel complesso ha funzionato. Le forze dell’ordine hanno eseguito controlli ad ampio raggio fin dalla sera precedente, con attenzione particolare ai pub frequentati dai tifosi ospiti.

Ieri poi l’attenzione è stata massima per tutta la durata della giornata. Ogni settore è stato presidiato dalle Forze dell’Ordine, coordinate dal Centro Gestione Grandi Eventi presso la Sala Operativa della Questura di Roma. Nell’area adiacente l’impianto sportivo non si sono registrati problemi ed i tifosi, compresi i 3500 provenienti dal Regno Unito, hanno raggiunto il loro posto allo stadio regolarmente.

Tafferugli tra tifosi allo stadio durante la partita 

Ultima nota a margine segnaliamo che durante i minuti finali dell’incontro, alcuni tifosi della Roma che occupavano il settore vicino agli ospiti hanno lanciato alcuni oggetti verso gli inglesi. Ciò ha provocato la reazione di quest’ultimi che, volendo aggredire i supporter giallorossi, hanno attaccato gli stewards li in servizio. Prontamente il Dirigente del servizio di Ordine Pubblico ha inviato alcune squadre di agenti del Reparto Mobile in ausilio agli stewards, riportando in breve tempo la calma nell’intero settore. Gli investigatori sono ora al lavoro per identificare le persone che hanno lanciato gli oggetti all’interno del settore ospiti.

 

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy