Connettiti con noi

Ostia News

Roma-Lido, la verità sulle mancate manutenzioni Atac: “Regione Lazio non ha voluto fare lavori”

Pubblicato

il

Roma-Lido

Roma-Lido. Un atto di accusa pesantissimo quello esplicitamente esposto dall’ex direttore Ingegneria e coordinamento di Atac, Giuseppe Alfonso Cassino, un profilo che ha consacrato una vita nei trasporti in Trenitalia prima, e in Atac poi, precisamente dal 2011 al 2015. Un atto d’accusa senza mezzi termini e rivolto direttamente contro la Regione Lazio.

La verità secondo Cassino sulla Regione Lazio

Cassino, in sostanza, sostiene che il degrado della ferrovia che unisce Roma a Ostia è stato un atto studiato a tavolino da parte della Regione Lazio, che non ha valuto erogare i finanziamenti per la manutenzione quando era Atac ad occuparsene.

Secondo Cassino, la Regione avrebbe atteso l’insediamento di ASTRAL per la gestione dell’infrastruttura ferroviaria e COTRAL per i servizi di trasporto. Sul fatto, Cassino sottolinea: ”Il nuovo inquilino, non a caso, è una società controllata dalla Regione. Il vecchio da Roma Capitale”. Poi aggiunge: ”A pochi giorni dallo “scippo” finalmente arrivano i soldi per i rinnovi.”

Manutenzioni ”volutamente” ridotte

Le manutenzioni, in tal modo, senza finanziamenti, sarebbero stati volutamente ridotte all’essenziale per togliere la gestione ad Atac e a Roma (all’epoca c’era la Raggi), per poi rimetterla sotto il controllo regionale e quindi avviare la “bonifica” di ciò che rimaneva.

Leggi anche: Roma Lido, da giovedì 14 stop serale treni tra Ostia Antica e Colombo

Il posto e le accuse

Scrive l’ingegner Cassino sulla sua pagina Facebook, in un post datato 16 luglio: “Qualcuno mi spieghi perché il proprietario della linea (Regione Lazio) non ha mai finanziato i lavori di manutenzione straordinaria della linea Roma – Lido e invece lo fa ora dopo aver tolto la gestione all’ATAC affidandola, senza alcuna ragione che non sia la moltiplicazione di poltrone da destinare a politici amici, a due distinte società”. 

”Colpa della Regione Lazio”

”Per concludere evidenzio che la Roma-Lido e la Roma (P.le Flaminio)- Viterbo, entrambe della Regione Lazio, rappresentano l’unico caso italiano di ferrovie isolate gestite da due distinte società, una per l’infrastruttura e una per i servizi. Nessuna norma di sicurezza lo richiede e mai lo richiederà. Ma si sa si può essere più realisti del re, quando si devono perseguire fini sconosciuti ai più”.
 
Giuseppe Alfonso Cassino

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy