Connettiti con noi

Cronaca

Roma Termini: spintoni e pugni solo per… rubare il cellulare

Pubblicato

il

Arrestati due ‘scippatori’ di smartphone dai Carabinieri in zona Stazione Termini, non erano collegati tra loro. Due distinti episodi, avvenuti a poche ore l’uno dall’altro, nei quali i Carabinieri di Roma hanno arrestato due persone che durante differenti aggressioni, hanno rubato il telefono del malcapitato. Una persona è stata arrestata con l’accusa di rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale, la seconda, invece, è stata denunciata a piede libero per lesioni personali e rapina.

Leggi anche:  Ostia. Insulti, minacce e violente aggressioni alla fidanzata 17enne: l’incubo finisce con l’arresto dell’uomo

Il primo arresto

Motivo del contendere, in entrambi i casi, i telefoni cellulari che le vittime avevano in mano al momento delle aggressioni.
In particolare, un cittadino egiziano di 22 anni, domiciliato nella Capitale e con precedenti, ha afferrato “al volo” il telefono di una ragazza di 25 anni, originaria della Repubblica Dominicana. La 25enne aveva il cellulare tra le mani e stava passeggiando in via Boccea, lo scippatore, per garantirsi la fuga indisturbata, ha spintonato la vittima, facendola cadere a terra. L’allarme dato al “112” ha consentito ai Carabinieri della Stazione Roma Madonna del Riposo di intervenire in tempi rapidi e, grazie alla descrizione dell’aggressore fornita dalla ragazza, di riuscire a rintracciare il furfante nei pressi di via Cardinal Caprara, all’Aurelio. Quando i Carabinieri lo stavano fermando, lui ha reagito con violenza opponendo una strenua resistenza all’arresto. Ammanettato e portato in caserma, nelle sue tasche è stata recuperata la refurtiva, che i militari hanno, poi, restituito alla vittima.

Leggi anche:  Vini pregiati a prezzi super scontati, ma era tutta una truffa: in manette 9 imprenditori

La seconda vittima

Poco dopo, nella zona di via Giolitti, un cittadino algerino di 32 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, ha proditoriamente preso a pugni al volto un passante romano di 42 anni per impossessarsi del suo smartphone. A dare l’allarme ai Carabinieri della Stazione Roma piazza Dante, in transito lungo via Giolitti nel corso di uno dei quotidiani servizi di controllo nell’area della Stazione Termini, è stato un commerciante della zone. Il testimone della brutale aggressione ha raccontato l’accaduto ai militari e ha consentito il scorrimento della vittima, trovata ancora stordita a terra e con vistose ferite al volto. La descrizione del rapinatore fornita dal commerciante ha consentito ai Carabinieri di individuarlo mentre stava tentando di darsi alla fuga a piedi lungo via Giolitti. L’uomo è stato denunciato a piede libero.

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy