Connettiti con noi

Latina Notizie

Latina, morto per Covid un 28enne

Pubblicato

il

Aprilia, incidente nel pomeriggio

Covid. Il virus, purtroppo, continua a farsi sentire e a seminare il terrore anche tra i giovani del Lazio. L’ultima notizie è una vera e propria tragedia. Dopo il caso della 28enne incinta di Aprilia della giornata di ieri deceduta al Policlinico Umberto I, oggi un’altra grave perdita.

Leggi anche: Roma, incinta e non vaccinata muore di Covid a soli 28 anni: nascita prematura

A perdere la vita, questa volta, un ragazzo di 28 anni originario di Terracina. Secondo quanto riporta il quotidiano La Repubblica, il giovane paziente non era vaccinato e, come confermano alcune indagini dell’asp di Latina, inizialmente si era anche rifiutato di sottoporsi alle cure dei medici. In particolare, stando alle notizie, aveva bisogno del casco ma non voleva saperne di indossarlo. Si era sfilato il dispositivo e si era allontanato dalla sala. C’è voluto anche il ricorso ai carabinieri per poterlo riportare all’ordine. Il 28enne era stato quindi trasferito al “Santa Maria Goretti” di Latina e ricoverato in rianimazione.

Ma, secondo quanto riferito da alcune persone molto vicine al ragazzo, il giovane avrebbe accondisceso a quanto deciso dai medici e, dopo i primi 3 giorni di ricovero, avrebbe indossato il casco, tenuto per 3 giorni. A questo punto le versioni sono contrastanti: da una parte l’ospedale che sostiene di aver fatto di tutto per salvare il giovane, dall’altra, invece, i timori che qualcosa sia andato storto, perché il giovane è stato tenuto una settimana con il casco ma ieri gli è stato tolto per indossare la mascherina. Secondo quanto raccontano i parenti, sembrava infatti che i suoi polmoni reagissero, ma dopo appena 8 ore trascorse senza casco il giovane è deceduto, in quanto il Covid gli avrebbe provocato un’embolia polmonare. La salma del 28enne è stata posta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa dell’autopsia che stabilirà le esatte ragioni del decesso.

Secondo quanto afferma l’Unità di crisi Covid della Regione Lazio, “anche il padre del giovane di Terracina deceduto, è attualmente ricoverato in gravi condizioni ed è intubato. L’uomo di 55 anni, come il figlio, non è vaccinato”.

La nota stampa della Asl con le parole dell’assessore D’Amato

La Asl di Latina ha comunicato all’Unità di Crisi Covid il decesso di un giovane di 28 anni non vaccinato avvenuto nella giornata di ieri presso l’ospedale Goretti di Latina. L’uomo, residente a Terracina, era giunto al Pronto soccorso di Terracina il 16 gennaio scorso ed è stata diagnosticata infezione SarsCov2 ed insufficienza respiratoria grave. Successivamente trasferito il 17 gennaio all’ospedale Goretti di Latina nel reparto di Terapia Intensiva Covid19, con progressivo ulteriore aggravamento che ha portato al decesso dell’uomo. “Il Covid colpisce duramente anche i giovani. E’ importante fare la vaccinazione, è troppo pericoloso”, è il commento dell’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

 

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy