Home Ambiente Nube tossica Pomezia: aria irrespirabile in città, colonna di fumo si sposta...

Nube tossica Pomezia: aria irrespirabile in città, colonna di fumo si sposta nelle coste laziali

E’ stata una lunga notte quella vissuta dagli abitanti dei 21 comuni in allerta dal sindaco di Roma, Virginia Raggi, che nel tardo pomeriggio di ieri ha chiesto di non aprire le finestre in un’area molto vasta del Lazio centro-meridionale, dopo che a Pomezia ieri mattina il centro di smaltimento dei rifiuti Eco-X ha preso fuoco. Le fiamme sono divampate senza sosta e il fumo, anche a causa dell’alta pressione presente al suolo, è rimasto letteralmente schiacciato nei bassi strati, non permettendo così un fisiologico smaltimento del materiale inquinante in aria libera.

A 24 ore dal disastro ambientale, soprattutto a Pomezia, c’è un’aria irrespirabile. Il vento debole dai quadranti orientali, ha favorito lo spostamento della nube tossica verso i settori più litoranei arrivando a toccare le zone dell’agropontino. Nel grafico NOAA HYSPLIT MODEL vengono riportate le correnti al suolo e alle altezze di 1500 e 3000, dalla quale si evince che le particelle della nube si sono propagate in direzione sud-est sia al suolo, che in quota, quindi principalmente verso litoranea e agropontino toccando alcune coste della Campania. 

Ecox25

Immagine 1 di 5

Disastro ecologico a Pomezia: paura tra le popolazioni per la nube tossica

A destare allarmismo, come è noto, è la nube nera sprigionatasi dalla struttura e responsabile dell’odore acre ed intenso che avvolge ormai da ieri l’intera area nonché la città di Pomezia. Allarme diossina ma anche timori per una possibile presenza di amianto all’interno dell’ormai ex struttura di stoccaggio dei rifiuti: insomma, un caso che sembra tutt’altro che archiviato, con Legambiente che ‘rincara’ la dose parlando del peggior rogo di rifiuti degli ultimi anni. Timori che riguardano anche i comuni limitrofi: da Ostia ad Aprilia e Anzio, passando per la vicina Ardea fino ad arrivare a Nettuno. Questi, ad esempio, alcuni tweet pubblicati dagli utenti. 

Operazioni ancora in corso: strada rimane chiusa

Nel frattempo la strada, Via Pontina Vecchia dove insisteva l’inmpianto, è ancora chiusa per consentire le operazioni di spegnimento del rogo.