Connettiti con noi

Ultime Notizie Economia

Bonus Caldaia 2022: importi e requisiti per accedere alle detrazioni

Pubblicato

il

Bonus caldaia 2022

Il bonus caldaie sarà prorogato fino al 31 Dicembre 2022. Il bonus rientra nel progetto Ecobonus mirato a favorire e facilitare tutti lavori che garantiscono migliori prestazione energetiche e, contemporaneamente, riducono l’inquinamento atmosferico. Un’attenzione che dovrebbe essere presa sempre più in considerazione viste le situazioni ambientali d’emergenza di tutti i giorni.  Vediamo quindi tutti i dettagli e a chi è rivolto. 

Leggi anche: Bonus Idrico in scadenza: ecco entro quando inviare le domande

Bonus caldaia 2022, come funziona?

Il Governo Draghi ha pensato di proporre una specie di “pacchetto” Ecobonus nel quale sono presenti incentivi per tutti i lavori che in qualche modo possono limitare l’inquinamento atmosferico. A tal proposito, all’interno è presente anche il Bonus caldaia 2022, prorogato fino al 31 Dicembre nell’ultima Legge di Bilancio. Sostanzialmente il beneficio è quello di poter usufruire di una detrazione fiscale sulla spesa sostenuta per il cambio del climatizzatore invernale. 

Nel dettaglio 

Quindi, per l’acquisto di una caldaia a condensazione di classe energetica A o superiore, l’Agenzia delle Entrate prevede tre percentuali differenti di detrazione:

  • 50% per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di classe A o superiore;
  • 65% per le spese di sostituzione di impianti esistenti con nuove caldaie dotate di sistemi di termoregolazione o domotica evoluti;
  • 65% per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernali con impianti a pompa di calore e per l’installazione di impianti solari per a produzione di acqua calda sanitaria

Se la sostituzione della caldaia comporta un aumento di almeno due classi di efficienza energetica e viene eseguita contemporaneamente ai lavori ammessi al superbonus, si rientra nel superbonus 110%.

Quali sono i requisiti 

  • L’intervento deve prevedere una sostituzione totale o parziale del vecchio generatore termico 
  • Non deve essere una nuova installazione 
  • Il nuovo generatore di calore a condensazione può essere sia ad aria che ad acqua

 

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy