Connettiti con noi

Ultime Notizie Economia

Bonus tv, mobili e bollette: gli aiuti in scadenza il 31 dicembre 2022, come fare domanda

Pubblicato

il

Bonus 200 euro per partite Iva e professionisti

La crisi è ancora nell’aria, sebbene i Governi in Italia cambino, e in modo radicale. Per questo il primo decreto di politica economica del governo Meloni sarà perfettamente in continuità rispetto alle manovre del suo predecessore Mario Draghi. Per aiuti e supporti agli italiani, ci sarebbero a disposizione 9,1 miliardi di euro provenienti dall’extragettito fiscale maturato in questi mesi. Ma di questi, almeno la metà è destinata alla proroga fino alla fine dell’anno dei crediti d’imposta sugli acquisti di energia e gas di imprese e piccole attività. Una cosa è certa, pare, da parte del Governo, come lo stesso Presidente del Consiglio Meloni ha dichiarato: ”Concentreremo le risorse a disposizione per aiutare gli italiani a far fronte all’aumento del costo dell’energia, senza disperdere risorse in bonus inutili”. Ma vediamo nel dettaglio cosa accadrà nel prossimo mese di dicembre. 

Bonus in scadenza per il 31 dicembre: Taglio accise

Una questione che sembrava dimenticata, ma non è così. Lo sconto sul prezzo dei carburanti sarà certamente prolungato fino alla fine dell’anno. La notizia è confermata anche dalla Nadef, appena pubblicata da parte del Mef, la quale stabilisce che l’ennesimo decreto aiuti sarà ancora pronto a riproporre il taglio delle accise. 

Decreto Aiuti, dal caro energia alle pensioni: cosa cambia con il Governo Meloni

Superbonus, verso la fine per le villette unifamiliari

Scadenze in vista per i bonus edilizi, la cui deadline è prevista per il prossimo 31 dicembre 2022. Il primo fra tutti a scomparire, sarà il Superbonus al 110% per villette unifamiliari e gli immobili autonomi. Ancora valido, certo, a patto che entro il 30 settembre 2022 sia stato compiuto il 30% dei lavori per coloro che vogliano continuare ad usufruirne fino a fine anno. Altra storia, invece per i condomini, per i quali è prevista una riduzione dal 110% al 70% nel 2024 e una ulteriore al 65% nel 2025. Dunque, in questo caso continuerà anche nei prossimi anni, ma con un taglio sulle agevolazioni. Infine, per quanto concerne, invece, i lavori di edilizia che si sono intrapresi nelle zone colpite dal terremoto, invece, è stata concessa una proroga del 110% fino al 31 dicembre 2025.

Bonus Tv, sono finiti i fondi: cosa succede ora, dal 21 dicembre canali in HD

Riduzione del bonus mobili dal 2023

In questo caso specifico, poi, non si tratta di una vera e propria scadenza, ma una deadline per una modifica del bonus. Infatti, a partire dal nuovo anno 2023, per ottenere la detrazione Irpef del 50% valida per l’acquisto di mobili o grandi elettrodomestici – acquisti, ricordiamo, agganciati a lavori di ristrutturazione edilizia (anch’esso agevolato al 50%) – il limite massimo della spesa prevista passerà dai 10 mila euro del 2022 a 5 mila euro. Il bonus rimane dunque, con questa modifica del tetto, confermato anche per il 2024. 

Fondi esauriti per bonus tv e decoder

Un bonus davvero in scadenza per la fine dell’anno 2022, è quello che riguarda tv e decoder. Di fatto, i fondi a disposizione per tale agevolazione sembrano essere tutti esauriti. L’incentivo consiste in 30 euro – poi aumentati a 50 euro nel mese di ottobre scorso – per coloro che possiedono un ISEE inferiore da poter spendere per l’acquisto di televisori e decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi standard. Standard che cambieranno il 20 dicembre quando ci sarà un ennesimo passaggio vero un nuovo sistema della tv digitale terrestre. 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy