Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Lo steward perverso che picchiava e stuprava la compagna: “Apri le finestre così tutti ci vedono”

Pubblicato

il

Violenza sulle donne, stuprata dallo steward di Roma

Si è conclusa con una condanna a sei anni una drammatica vicenda che ha visto coinvolti uno steward di Roma e la sua fidanzata. Secondo il quadro ricostruito dall’accusa l’uomo si sarebbe reso protagonista di violenze inaudite contro la compagna e ha dovuto rispondere in aula dei reati di violenza sessuale, maltrattamenti e lesioni (queste ultime però sono andate in parte prescritte, ndr). 

Il caso

Lui, impiegato nella sicurezza di eventi sportivi e concerti, avrebbe di fatto umiliato la compagna, costringendola a subire atti sessuali peraltro pretendendo che le finestre della casa restassero aperte. Il motivo? “Permettere” agli estranei di assistere a quanto accadeva. Nella lunga lista di episodi contestati si parla di aggressioni (la compagna avrebbe subito la rottura del setto nasale e un trauma cranico, ndr) e strattonamenti, capelli tirati e calci, il tutto sotto continue minacce di fargliela pagare se avesse parlato.

Il processo 

L’uomo, a cui era stato notificato anche un divieto di avvicinamento, è finito così a processo. Secondo quanto ricostruito da Repubblica.it, la vicenda risale al 2014 con le violenze andate avanti per almeno due anni (la zona è quella di Vitinia, ndr). La difesa dello steward romano ha cercato di smontare l’impianto accusatorio sostenendo come nelle versioni fornite dalla donna risultassero diverse incongruenze – ad esempio l’uomo ha sostenuto che dopo il divieto di avvicinamento la donna sarebbe andato a cercarlo – che lo steward imputato aveva provato anche a mettere nero su bianco con una serie di esposti presentati alle forze dell’ordine

Ostia, 30enne abusa di una 14enne nello scantinato della scuola: denunciato per violenza sessuale

La sentenza contro lo steward romano per le violenze a Vitinia 

“Maltrattava la compagna costringendola ad atti di violenza fisica, morale e psicologica arrivando a colpirla e umiliarla”, si legge tuttavia in uno stralcio del capo d’imputazione a carico dell’addetto alla sicurezza. Ieri infine, intorno all’ora di pranzo, è arrivato però il verdetto del Giudice di primo grado. Per l’uomo è arrivata una condanna a sei anni.

Roma, violenza sessuale a bordo del bus, preso il maniaco: vittime studentesse giovanissime

Provino con stupro sul set: regista 73enne condannato a 7 anni per violenza sessuale

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com