Connettiti con noi

Cronaca

“Si è portato via il pavimento”. Calciatore della Lazio accusato dall’ex padrone di casa

Pubblicato

il

Jonathan Rodríguez Menéndez

Pare che il noto calciatore della Lazio avrebbe compiuto un gesto che non poteva di certo passare inosservato agli astanti, rimasti completamente di stucco: si sarebbe portato via il pavimento della palestra di una villa all’Olgiata. Il proprietario dell’immobile, ovviamente, ha pochi dubbi sulla dinamica. Parliamo del nobile Manfredi Mattei Filo della Torre, e nel suo mirino è immediatamente finito il centrocampista biancoceleste Jonathan Rodríguez Menéndez, conosciuto ai più con l’appellativo Jony. Il giocatore, lo ricordiamo solamente ai non tifosi, cioè coloro che possono non saperlo, è in prestito allo Sporting de Gijón in Spagna.

Calcio, Serie A: il bilancio della stagione di Roma e Lazio

Jony della Lazio accusato appropriazione indebita

Ma il suo ritorno in Italia potrebbe avvenire molto presto, ma non per questioni calcistiche: per discutere il caso giudiziario che lo riguarda molto da vicino. Sulla questione, intanto, il pm Alessia Mele ha chiesto l’archiviazione, non ci sarebbe nessun reato e la questione andrebbe discussa in altra sede, in altro tribunale, quello civile. Questa la tesi del pubblico ministero sulla questione non proprio liscia. Ad ogni modo, il gip si è preso tempo e adesso deve decidere se accogliere la richiesta dell’accusa. L’alternativa sarebbe approfondire di molto la vicenda. L’unica certezza in tutto questo è che il campione Jony rimane indagato per appropriazione indebita.

Cosa era successo nella proprietà di Filo della Torre

Inutile sottolineare che il caso è abbastanza singolare. Ma cosa è successo nel dettaglio? Il fatto risale ai giorni tra settembre e agosto del 2020. Dopo che Jony ha lasciato la villa, Filo della Torre invia una persona di sua fiducia per verificare lo stato dell’immobile. In quel momento era tutto in ordine, questa la risposta della sua persona di fiducia inviata sul posto per il sopralluogo. Un mese dopo, però, accade l’impensabile. Nella stanza che era adibita a palestra, manca completamente il pavimento tecnico, come riportato anche in un pezzo di Repubblica. Parliamo del pavimento tipicamente in gomma applicato al di sopra del parquet. Da parte dello staff dell’imprenditore lo stupore è alle stelle. Dopo aver chiesto spiegazioni al procuratore del giocatore laziale, ecco che il rappresentante del calciatore si sarebbe impegnato a risarcire Filo della Torre. Alla fine però non accade nulla di quanto promesso.

La denuncia per il campione

L’unica strada rimasta è quella della denuncia, e così Jony finisce indagato per appropriazione indebita. Sulla questione, però, il ha scritto che ”si tratta di un mero inadempimento civilistico stante il mancato pagamento della somma indicata in fattura”. Inoltre, si aggiunge: “non può escludersi che la rimozione della pavimentazione gommata del locale palestra è una condotta che può essere stata consumata ad opera di terzi all’insaputa di Jony”. Dunque, nulla di risolto, ancora, per il momento. Rimane soltanto un cavillo abbastanza particolare e inconsueto.

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com