Connettiti con noi

Cronaca

Missili ipersonici Kinzhal, cosa sono e perchè la Russia ha usato queste armi contro l’Ucraina

Pubblicato

il

missile

La Russia ha lanciato un missile ipersonico in un ex deposito nucleare. La guerra in Ucraina continua a proseguire e non sembra voler cessare. La Russia ha battuto l’ultimo colpo lanciando un missile balistico duale ipersonico contro un deposito di munizioni sotterraneo a Delyatyn, nella regione di Ivano-Frankovsk, in Ucraina, vicino il confine con la Romania. Il Ministero della Difesa a Mosca ha rivendicato l’attacco e le fonti dell’amministrazione americana lo hanno confermato. Le fonti citate alla Cnn hanno dichiarato che il tracciamento del laccio è avvenuto in tempo reale da parte degli Stati Uniti. L’obiettivo colpito era, in epoca sovietica, un deposito per le testate nucleari.

Leggi anche: Scappa dalla guerra e arriva a Roma: madre di 2 bimbe scende dal pullman e muore

Missile ipersonico: cos’è 

La Russia continua ad attaccare l’Ucraina con ogni mezzo a sua disposizione. Questa volta però la Russia ha utilizzato un mezzo differente: il missile balistico duale ipersonico russo Kh-47M2 Kinzhal (pugnale). Secondo le fonti citate alla Cnn, con il lancio effettuato la Russia voleva mandare un messaggio all’Occidente sulle capacità militari russe, oltre a testare il nuovo missile. Il missile Kinzhal nasce come Iskander da caricare su aereo. Questo missile balistico duale ipersonico è un sistema che può esser armato sia con testate convenzionali che nucleari. Una delle sue capacità è quella di bucare le difese anti-missilistiche che l’Ucraina però non possiede; ciò rende l’attacco una sola dimostrazione della potenza russa. Vladimir Putin a Marzo del 2018, quando ne aveva parlato per la prima volta, lo aveva dichiarato “un’arma ideale“. La nuova arma russa fa parte del nuovo gruppo di sistemi ipersonici sviluppati in territorio russo che vanta la tecnologia ipersonica più avanzata. Infatti, la Russia è nota per la creazione del missile intercontinentale Avangard e del missile da crocieta Tsinkal. Il missile Kinzhal ha una gittata di 2mila chilometri e se lanciato da un Mig raggiunge la velocità di 12mila chilometri orari. La traiettoria seguita dal missile non è, inoltre, prevedibile. In un articolo del Center for Strategic and International Studies, è scritto che il ruolo del missile, nella deterrenza non nucleare, è nelle prime fasi di una escalation. Tuttavia, il missile lanciato dalla Russia in Ucraina è inteso originariamente come arma nucleare.

Leggi anche: Guerra. Ragazza fugge dall’Ucraina e trova la morte in Italia: terribile incidente a Forlì

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy