Omicron 5, in arrivo un nuovo vaccino: quando verrà somministrato in Italia e a chi

Pubblicato il
Vaiolo delle scimmie

Il repentino e costante aumento dei contagi che si è verificato nel corso delle passate settimane ha lanciato negli esperti più di un campanello di allarme. A preoccupare maggiormente sono le sottovarianti Omicron 5 e Centaurus. Per queste motivazioni, a partire dal prossimo autunno non è escluso che una nuova campagna vaccinale — atta a neutralizzarle — possa partire. 

Leggi anche: Covid, arriva la nuova variante “Centaurus”: ecco la sua strana storia

Omicron 5, in arrivo un nuovo vaccino: cosa sappiamo

L’autunno porta con sé tutta una serie di interrogativi anche se, è bene prepararsi fin d’ora, non è escluso che proprio in questo periodo possa partire una nuova campagna vaccinale. In merito va detto che la case farmaceutiche Pfizer e BioNTech hanno iniziato a mettere a punto un vaccino bivalente per le sottovarianti Omicron 4 e 5. Il medicinale tuttavia sembra non sarà pronto prima del mese di ottobre. 

Nel frattempo, gli studi per mettere a punto un vaccino efficace proseguono. Infatti, se per un verso  gli studi sul vaccino contro il virus originario e la variante Omicron 1 procedono, per l’altro sono già iniziati i test clinici per il vaccino bivalente adattato alle sottovarianti Omicron 4 e 5, che sono quelle prevalenti.

Va detto che per il medicinale Omicron 1 è già partita la revisione dell’Ema, provvedimento che presto verrà applicato anche su Omicron 4 e 5. È bene poi sottolineare che si tratta sempre di medicinali che sfruttano la tecnologia dell‘mRna messaggero.  

Leggi anche: Vaccino Novavax: efficacia, effetti collaterali, quando arriva in Italia e cosa cambia dai vaccini a mRna

Quando potrebbe arrivare il nuovo vaccino 

Secondo le previsioni di Biontech, il nuovo vaccino per le sottovarianti Omicron 4 e 5, potrebbe arrivare già ad ottobre. È dunque plausibile che in quel periodo possa prendere piede una nuova campagna vaccinale che potrebbe eventualmente comprendere al proprio interno anche un allargamento della platea per la quarta dose, al momento valida solo per gli over 60. 

In autunno quindi in caso di risalita dei contagi ma soprattutto con l’arrivo del nuovo vaccino adattato alle sottovarianti di Omicron, la platea di persone che potrebbero beneficiare della nuova dose di medicinale potrebbe estendersi.

Omicron 5: tempi di incubazione, sintomi e quando ci si negativizza

Impostazioni privacy