Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Caso Bochicchio, avanza l’ipotesi suicidio: il giallo della sua morte

Pubblicato

il

massimo bochicchio

Caso Bochicchio. Un caso che sta andando avanti da settimane. Un caso che più passa il tempo, più diventa un giallo. Quell’incidente non chiaro, che gli ha fatto perdere la vita, potrebbe essere un tentato suicidio. 

Leggi anche: Bochicchio, arriva la conferma: il test del DNA è compatibile

L’incidente 

Nessun malore fatale. Il primo responso dell’autopsia parlare di “morte dovuta dai traumi del violentissimo impatto contro la parete del muro dell’aeroporto dell’Urbe di Roma”. Alcuni testimoni avevano dichiarato di averlo visto vivo dopo lo scontro. Ma Bochicchio, da quelle fiamme, non è riuscito ad uscire. Ed è morto lì. 

In quel rettilineo senza fossi o buche. Senza incontrare nessun altro veicolo. E senza, apparentemente, situazioni che avrebbero potuto scatenare quello scontro. Per questo, l’ipotesi del suicidio rimane ancora sul tavolo. Soprattutto, se in questi giorni si conferma che la sua moto, BMW, non ha avuto nessun guasto dell’impianto frenante. 

Le altre ipotesi 

Sul tavolo sono aperte anche tutte le altre ipotesi. Dai primi esami si esclude l’assunzione di sostanze, alcol o farmaci. La Procura di Roma, oltre che indagare per istigazione al suicidio, si confronta con il medico legale de “La Sapienza”. Ora, non può essere esclusa del tutto l’ipotesi di un malore date le sue patologie (diabete e problemi cardiaci). Ma rimane il fatto che, il presunto malore non può essere considerato fatale. 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy