Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Ennio torna a casa: dopo due mesi può rientrare nell’appartamento occupato dai rom

Pubblicato

il

Ennio

Un incubo durato mesi, una storia per la quale non si temeva ci fosse il lieto fine. Invece finalmente Ennio potrà rientrare in casa. Ciò avverrà in modo definitivo a gennaio 2022, ma già oggi, 28 dicembre 2021, quello che ormai è “il nonno d’Italia” ha potuto rivedere il suo appartamento, il luogo di tanti ricordi, dopo che gli era stato occupato abusivamente e lasciato in condizioni disastrose.

Leggi anche:Roma, casa occupata dalle rom. Ennio: ‘Non ho più i materassi’ e il Comune paga i danni

La vicenda di Ennio

Era novembre quando Ennio, 86 anni e nessun figlio, esce dalla sua casa per fare dei controlli in ospedale. Nulla di strano se non fosse che, al suo ritorno, l’anziano ha trovato l’appartamento nel quartiere Don Bosco occupato da una signora rom. Con lei anche la figlia e un cane. era dal 1962 che Ennio viveva lì: quasi 60 anni di ricordi racchiusi tra quelle quattro mura. Ennio è impossibilitato a rientrare, trasferendosi così dal fratello.

Leggi anche: Ennio, ‘sfrattato’ a 86 anni. Parla Nadia, una delle rom che hanno devastato l’appartamento: ‘Non ho occupato, mi ha dato lui le chiavi’

Ennio: il seguito della vicenda

Passano i giorni, molte persone si mobilitano per aiutarlo ad avere giustizia. L’abusiva viene così sfrattata, ma, nel vedere lo stato in cui è ridotto l’appartamento, Ennio ha un malore. La donna l’ha distrutto, completamente massacrato. Non solo, nell’andare via hanno portato via tutto, perfino i materassi. Tuttavia l’anziano non poteva ancora rientrare: bisognava aspettare ulteriori sblocchi giudiziari

I nuovi sviluppi

Oggi Ennio finalmente è potuto rientrare nel suo appartamento, che intanto è stato ristrutturato. Lo stupore è tanto, al punto che commenta: “Trovo un’altra casa, non la riconosco più. Mi sono sbagliato?” I lavori sono ancora in corso, ci vorrà ancora qualche settimana, ma poi l’incubo finirà definitivamente. Da gennaio potrà tornare nella sede di tanti ricordi. Quindi Ennio non è potuto stare nella sua proprietà neppure a Natale, infatti racconta ai giornalisti di Rai 1 che il Natale lo ha passato da un’amica, Santo Stefano da suo fratello. Comunque circondato dagli affetti della famiglia, almeno quello. “Sono shockato, sono contento, mi sembra tutto un sogno”, così continua l’anziano. Chi aveva occupato abusivamente il suo appartamento, questo è un dato su cui Ennio insiste, aveva messo il proprio nome anche sulla cassetta delle poste, “come se non andasse più via”. Un brutto sogno da cui si è risvegliato.

(Foto di repertorio)

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy