Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Furto a Roma: vedono la Polizia e scappano, poi provano a investire gli agenti

Pubblicato

il

Polizia Roma

I topi di appartamento non si fermano e a tutte le ore del giorno, non solo di notte, sono pronti a mettere a segno i loro colpi. Sanno dove andare, spesso vanno sul sicuro: studiano l’appartamento da saccheggiare, i movimenti dei proprietari, poi quando sono certi passano all’attacco mettendo sottosopra intere abitazioni e portando via gioielli, soldi, sacrifici di una vita. Ma se da una parte la loro attività losca non si placa, dall’altra gli agenti di Polizia continuano a lavorare e a contrastare il fenomeno dei furti. Proprio come è successo pochi giorni fa a Roma, in zona Borghesiana, quando i poliziotti della sezione Volanti, insieme a quelli del XIV Distretto Primavalle, hanno notato un‘auto di grossa cilindrata ferma, con una persona a bordo lato guida, mentre un altro individuo, il complice, stava scavalcando il muro di cinta di una casa.

Il furto in casa in zona Borghesiana 

Alla vista della Polizia quell’uomo, quel ladro che stava tentando di scavalcare il muro di cinta, è entrato di fretta nell’auto e ha cercato di darsi alla fuga, tentando anche di investire gli agenti. Tutto pur di scappare. I due ladri, però, sono stati fermati: loro poco prima, stando poi ai controlli, si erano introdotti in un appartamento. 

Roma, il tentato furto al Fleming sventato da un sos nella chat di quartiere

L’arresto

I due ladri, due cittadini romeni di 38 e 36 anni, sono stati arrestati e ora sono gravemente indiziati dei reati di tentata rapina aggravata in concorso. All’interno di due zaini, che avevano in macchina, i poliziotti hanno trovato una smerigliatrice, svariati arnesi atti allo scasso e un disturbatore di frequenza. Un secondo disturbatore, invece, è stato trovato all’interno dell’autovettura con cui erano giunti sul posto. E con cui poi sarebbero fuggiti una volta messo a segno il colpo. 

I due, quindi, sono stati arrestati poiché gravemente indiziati di furto aggravato e detenzione diffusione e installazione abusiva di apparecchiature, che servono ad intercettare, impedire o interrompere comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche. L’arresto è stato convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Roma. Ma l’attività della Polizia non si ferma perché l’obiettivo, tra i tanti, è quello di contrastare i furti e far sentire i cittadini al sicuro. 

Furto al cimitero, rubano angioletti sulla tomba: monta la rabbia dei cittadini

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com