Connettiti con noi

Circeo, Sabaudia, Gaeta, Fondi, Formia e Terracina

Gaeta: lo stabilimento chiede il “pedaggio” per raggiungere la spiaggia libera, i bagnanti chiamano la Finanza

Pubblicato

il

Finanzieri intervenuti sulla spiaggia a Gaeta multando lo stabilimento che chiedeva il pedaggio per transitare

Chiedeva una sorta di pedaggio per consentire ai bagnanti di accedere alla spiaggia libera, titolare dello stabilimento finisce nei guai. Succede a Gaeta dove alcune persone, per denunciare ciò che stava accadendo, hanno deciso di rivolgersi alla Guardia di Finanza. 

Multato stabilimento a Gaeta che si faceva pagare il transito

I bagnanti infatti hanno segnalato al 117 l’imposizione “ad personam”, a titolo di “pedaggio” da parte del proprietario del lido, del pagamento di una somma di denaro oscillante tra i due/tre euro per l’accesso alla sottostante spiaggia libera. A quel punto, allora, i Militari ci hanno voluto vedere chiaro. 

L’intervento della Guardia di Finanza di Latina

L’attività di controllo dei Militari ha in effetti consentito di riscontrare effettivamente quanto segnalato, appurando l’impossibilità per l’utenza di fruire liberamente e gratuitamente dell’area demaniale marittima. 

Leggi anche: Tragedia in spiaggia: ha un malore, si accascia e muore

Cosa dice la legge in merito

Gli accertamenti sui contenuti dell’accordo di convenzione tra parte pubblica e privata, nonché gli approfondimenti giuridico-normativi di settore e le ricognizioni in loco, hanno permesso ai militari operanti di riscontrare, oltre alla cennata imposizione di un “pedaggio” per la discesa a mare anche l’esecuzione di “opere” di delimitazione e sbarramento, idonee, ad ostacolare la libera fruizione del bene demaniale, impedendone il godimento al pubblico che non poteva raggiungere la spiaggia. 

Multato gestore del Lido

Al gestore del lido sono state contestate le violazioni alle normative di settore, Legge n. 296/2006 (Legge Finanziaria per l’anno 2007) e Regolamento regionale Lazio n. 19/2016, che nel disciplinare la materia impongono in capo al concessionario l’obbligatorietà di garantire il transito libero e gratuito al pubblico per l’accesso alla battigia ed al mare territoriale laddove non esistano accessi alternativi in una fascia territoriale superiore ad un range variabile da metri 150 a metri 300 (limite vigente, ad esempio, per il tratto costiero del Comune di Gaeta). 

Tragedia sul Lungomare: ha un malore improvviso, una donna si accascia e muore

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy