Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Guerra in Ucraina, Torrevecchia-Boccea è presente: organizzata una raccolta cibo e abiti tramite i social, cittadini attivi e collaborativi

Pubblicato

il

Guerra in Ucraina, raccolta fondi per risolvere la crisi idrica in una delle città del paese

Non solo tuttologi, non solo “sputasentenze”, non solo critici o criticoni: i romani sui social sono anche, e soprattutto, di buon cuore. E basta l’occasione giusta per riboccarsi le maniche e darsi da fare. E quale occasione migliore – se tale termine si può usare per un orrore come la la guerra – che il conflitto che sta devastando l’Ucraina?

Leggi anche: Guerra in Ucraina, l’accusa: giocattoli pieni di esplosivo per uccidere anche i bambini

E’ bastato pubblicare, da parte della Dottoressa Maria Carmela D’Alessandro, una nota psicologa del quartiere Torrevecchia, un post in cui si parlava della raccolta fondi organizzata dalla chiesa ucraina di Santa Sofia di via di Boccea. Una raccolta umanitaria da condividere nel gruppo di quartiere, con l’elenco delle cose di cui la popolazione del posto aveva bisogno, dal cibo alle coperte, dai vestiti fino ai materassini gonfiabili, passando dai pannolini per bambini e dai medicinali. La risposta dei residenti è stata eccezionale, tanto che sono nate, spontanee, altre offerte: “Se vuoi possiamo organizzare una raccolta anche da noi a scuola e poi portare tutto in parrocchia”, ha commentato una donna.

Leggi anche: Eurovision 2022, la Russia squalificata dal concorso: ecco cos’è successo

La raccolta per l’Ucraina: Roma Torrevecchia risponde con il cuore

L’elenco dei prodotti che servono è lungo, e il quantitativo ingente, perché le persone in difficoltà sono molte. Alcuni prodotti poi, servono sicuramente più di altri: medicine e cibo su tutti. Ma ecco quanto è stato richiesto, oltre all’abbigliamento.

  • Pasta
  • Olio di Oliva
  • Olio di girasole
  • Riso
  • Caffè
  • Il te
  • Fette biscottate
  • nutella
  • merendine
  • tonno
  • barattoli di conserve
  • Formaggi sottovuoto
  • Medicine:
  • Oki task
  • Aspirina
  • Tachipirina
  • Ibuprofene
  • bende
  • siringhe
  • siringhe per coaugulazuone del sangue
  • bende elastiche
  • Pampers
  • tele antigelo
  • Antidolorifici
  • Antinfiammatori
  • insulina (lunga durata)
  • metformina
  • vitamine
  • Materassini gonfiabili
  • Materassini stile yoga
  • Sacchi a pelo

Come partecipare alla raccolta

Per partecipare alla raccolta ci sono due modi: per chi può, basta andare nella Basilica di Santa Sofia via Boccea 478. Appena entrati dal cancello principale e superata la chiesa, bisogna dirigersi verso l’edificio basso: lì hanno allestito il centro di raccolta. In alternativa si può contattare il numero della Basilica, lo 066240203.

Per i donatori di sangue, si fa presente che in Ucraina c’è grande bisogno di sangue. In questo caso contattare AVIS.

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy